Verbi transitivi e intransitivi

Morfologia > i verbi Verbi transitivi e intransitivi Osserva e leggi. Il verbo dipingere risponde alle domande "Chi? - Che cosa?", quindi introduce un complemento oggetto. Si dice quindi che il verbo è TRANSITIVO (dal latino transire = passare), perché l’azione passa dal soggetto al complemento oggetto. Sara dipinge il quadro. Il verbo andare non può rispondere alle domande "Chi? - Che cosa?", quindi non può introdurre un complemento oggetto. Si dice allora che il verbo è INTRANSITIVO, perché l’azione non passa dal soggetto al complemento oggetto. Sara va al cinema. Ricorda ! I verbi transitivi possono avere il complemento oggetto. I VERBI INTRANSITIVI non possono avere il complemento oggetto. Quindi per capire se un verbo è transitivo o intransitivo, chiediti se può rispondere alla domanda "Chi? - Che cosa?". 1 Sottolinea i verbi e indica se sono transitivi (T) o intransitivi (I). Noi studiamo la poesia. Il fiume scorre nella valle. Letizia ascoltava la radio. Il treno arrivò alle 18.00. Marco rideva a crepapelle. Il sole splende nel cielo. L'aereo vola verso Roma Giulia suona il pianoforte. Edo scherza con gli amici. Katia saliva le scale. L'arbitro fischiò il rigore. Il vento soffiava nella notte. Attenzione ! Esistono verbi che sono soltanto transitivi (avere, prendere, tirare, portare...) e altri solo intransitivi (cadere, sorgere, arrivare...). Altri ancora, invece, hanno un doppio uso, transitivo e intransitivo (correre, finire, girare, fuggire, passare, servire, lavorare...), alcune volte anche con significati differenti. Per esempio: In quell’azienda lavorano il vetro (= transitivo) - Noi lavoriamo anche il sabato (= intransitivo).
Morfologia   >  i verbi Verbi transitivi e intransitivi   Osserva e leggi. Il verbo dipingere risponde alle domande "Chi? - Che cosa?", quindi introduce un complemento oggetto. Si dice quindi che il verbo è TRANSITIVO (dal latino transire = passare), perché l’azione passa dal soggetto al complemento oggetto. Sara dipinge il quadro. Il verbo andare non può rispondere alle domande "Chi? - Che cosa?", quindi non può introdurre un complemento oggetto. Si dice allora che il verbo è INTRANSITIVO, perché l’azione non passa dal soggetto al complemento oggetto. Sara va al cinema. Ricorda ! I verbi transitivi possono avere il complemento oggetto. I VERBI INTRANSITIVI non possono avere il complemento oggetto. Quindi per capire se un verbo è transitivo o intransitivo, chiediti se può rispondere alla domanda "Chi? - Che cosa?". 1 Sottolinea i verbi e indica se sono transitivi (T) o intransitivi (I).  Noi studiamo la poesia.    Il fiume scorre nella valle.    Letizia ascoltava la radio.    Il treno arrivò alle 18.00.    Marco rideva a crepapelle.    Il sole splende nel cielo.    L'aereo vola verso Roma    Giulia suona il pianoforte.    Edo scherza con gli amici.    Katia saliva le scale.    L'arbitro fischiò il rigore.    Il vento soffiava nella notte.   Attenzione ! Esistono verbi che sono soltanto transitivi (avere, prendere, tirare, portare...) e altri solo intransitivi (cadere, sorgere, arrivare...). Altri ancora, invece, hanno un doppio uso, transitivo e intransitivo (correre, finire, girare, fuggire, passare, servire, lavorare...), alcune volte anche con significati differenti. Per esempio: In quell’azienda lavorano il vetro (= transitivo) - Noi lavoriamo anche il sabato (= intransitivo).