Le origini della lingua italiana

Evoluzione della lingua e comunicazione Le origini della lingua italiana La lingua italiana ha origine dal latino, la lingua degli antichi Romani. Il latino si diffuse dapprima in tutta la penisola italica e poi divenne la lingua principale di tutti i territori conquistati. Dopo la caduta dell’Impero romano d’Occidente, nel 476 d.C., si disgregò anche l’unità della lingua. Dal latino derivarono così alcune fra le principali lingue europee di oggi, che, proprio per questo motivo, sono definite lingue neolatine. Le principali lingue neolatine sono: l’italiano, il francese, lo spagnolo, il portoghese e il rumeno. Alcune parole latine sono state adottate da queste lingue nella loro forma originale, mentre altre hanno subito trasformazioni più o meno profonde. Osserva la tabella. LATINO ITALIANO FRANCESE SPAGNOLO mater madre mère madre tabula tavola table tabla amicus amico ami amigo patria patria patrie patria 1 Prova a scrivere di fianco alle parole latine il loro significato italiano. exemplum appendix familia minimum locus 2 Collega le parole latine ancora in uso nella lingua italiana al rispettivo significato. ad litteram ergo pro capite tabula rasa non plus ultra a testa livello massimo letteralmente quindi fare piazza pulita La lingua italiana, inoltre, si è arricchita nei secoli di parole che derivano dalle lingue dei diversi popoli che sono entrati in contatto con gli abitanti della nostra penisola. Ci sono parole di uso comune, ad esempio, che derivano dalla lingua germanica, altre dalla lingua araba, altre ancora dal greco. lingue germaniche arabo greco elmo ammiraglio geografia schiena zafferano aritmetica nastro zero democrazia
Evoluzione della lingua e comunicazione Le origini della lingua italiana La lingua italiana ha origine dal latino, la lingua degli antichi Romani. Il latino si diffuse dapprima in tutta la penisola italica e poi divenne la lingua principale di tutti i territori conquistati. Dopo la caduta dell’Impero romano d’Occidente, nel 476 d.C., si disgregò anche l’unità della lingua. Dal latino derivarono così alcune fra le principali lingue europee di oggi, che, proprio per questo motivo, sono definite lingue neolatine. Le principali lingue neolatine sono: l’italiano, il francese, lo spagnolo, il portoghese e il rumeno. Alcune parole latine sono state adottate da queste lingue nella loro forma originale, mentre altre hanno subito trasformazioni più o meno profonde.   Osserva la tabella. LATINO ITALIANO FRANCESE SPAGNOLO mater madre mère madre tabula tavola table tabla amicus amico ami amigo patria patria patrie patria 1 Prova a scrivere di fianco alle parole latine il loro significato italiano.  exemplum     appendix    familia    minimum    locus   2 Collega le parole latine ancora in uso nella lingua italiana al rispettivo significato.  ad litteram  ergo  pro capite  tabula rasa  non plus ultra a testa livello massimo letteralmente quindi fare piazza pulita La lingua italiana, inoltre, si è arricchita nei secoli di parole che derivano dalle lingue dei diversi popoli che sono entrati in contatto con gli abitanti della nostra penisola. Ci sono parole di uso comune, ad esempio, che derivano dalla lingua germanica, altre dalla lingua araba, altre ancora dal greco. lingue germaniche arabo greco elmo ammiraglio geografia schiena zafferano aritmetica nastro zero democrazia