La punteggiatura

Ortografia La punteggiatura Leggi le due frasi e osserva come cambia il significato della frase spostando la virgola. 1 - Federico fa i compiti in camera, il fratellino dorme. 2 - Federico fa i compiti, in camera il fratellino dorme. Ora prova tu: riscrivi le frasi spostando la punteggiatura e cambiandone il significato. Il nonno dorme sul divano, la nonna legge un libro. Biancaneve correva nel bosco, i sette nani tornavano a casa. Ricorda ! I segni di punteggiatura permettono di leggere e interpretare correttamente un testo scritto. Le funzioni della punteggiatura sono: - suddividere le parti del testo per renderne chiaro il significato; - evidenziare il rapporto esistente fra le diverse parti di una frase (una successione di fatti, un elenco, ecc.); - suggerire l’intonazione e quindi il significato espressivo di una frase. 1 Inserisci i segni di punteggiatura necessari per rendere chiaro il senso del brano. I ragazzi si addentrarono nella foresta erano ricoperti di insetti dalla testa ai piedi All’improvviso nel brusio incessante della foresta distinsero un suono simile a un lamento umano che li paralizzò Il pianto proveniva da una sagoma scura che giaceva nella cavità e che a prima vista sembrava un grande cane. - Che cos’è - mormorò Alex, indietreggiando. - È un gorilla Non riesce a uscire - disse Nadia - Bisogna tirarlo fuori - Ma come Ci può aggredire - Guarda c'è anche un cucciolo - indicò Alex Era molto piccolo non poteva avere più di qualche settimana e stava aggrappato al folto pelo della madre. 2 Riscrivi sul quaderno le frasi seguenti inserendo la punteggiatura corretta. Preparate i fogli da; disegno per il compito in classe. i colori da usare sono sul tavolo. I guanti: e la sciarpa blu sul tavolo sono. di Paola lo zaino marrone, è di Stefano Il temporale è! finito e le nuvole sono; sparite nel cielo è apparso l'arcobaleno? Nella gara in. bicicletta mio zio è, arrivato primo i suoi compagni lo hanno... subito festeggiato. I biscotti al cioccolato! sono in forno il pasticciere: sta pulendo il tavolo di lavoro. Domenica siamo, andati a fare un picnic? in collina insieme ai nostri vicini di casa... Punto fermo . Indica una pausa prolungata. Si usa per segnalare che la frase è terminata. Dopo il punto ci vuole sempre la lettera maiuscola. Quando il punto fermo, all’interno di un discorso, indica che la trattazione di un argomento è terminata, è preferibile andare a capo. Virgola , Indica una pausa breve. Separa tra loro parole di un elenco o frasi all’interno di uno stesso periodo. Si usa per separare le parole di un elenco. Si usa prima di ma, però, anzi, invece, mentre, ecc. Si usa prima di se, sebbene. Si usa dopo sì, no, bene (No, non verrò.). Si usa per fare una puntualizzazione in un discorso (Giada, la mamma di Chiara, non è venuta.). Punto e virgola ; Indica una pausa di media durata, più lunga della virgola, ma più corta del punto fermo. Si usa per spezzare una frase senza però concluderla (Prendete carta e forbici; ritagliate la sagoma accuratamente…). Due punti : Corrispondono ad una pausa piuttosto breve. Si usano per spiegare meglio quanto detto prima (Anche il mio cane era contento: infatti scodinzolava). Si usano per introdurre un elenco (Nel mio portafoglio ci sono: documenti, biglietti da visita, scontrini, la tessera dell’autobus e pochi soldi.). Si usano per introdurre il discorso diretto (Egli disse: “Andiamo!”). Punto esclamativo ! Esprime stati d’animo particolari. Si usa per esprimere gioia (Che bello!), stupore (Incredibile!), dolore (Ahi, che male!) o anche un ordine (State zitti!). Punto interrogativo ? Esprime una domanda. Si usa alla fine di una domanda (Dove vai?). Puntini di sospensione … Hanno la funzione di lasciare il discorso in sospeso all’interno o alla fine di una frase. Sono sempre e solo tre. Sospendono il discorso quando se ne intuisce la conclusione (Lasciami stare, altrimenti…). Esprimono incertezza (Mah… non so cosa dirti.).
Ortografia La punteggiatura   Leggi le due frasi e osserva come cambia il significato della frase spostando la virgola. 1 - Federico fa i compiti in camera, il fratellino dorme. 2 - Federico fa i compiti, in camera il fratellino dorme.   Ora prova tu: riscrivi le frasi spostando la punteggiatura e cambiandone il significato. Il nonno dorme sul divano, la nonna legge un libro.   Biancaneve correva nel bosco, i sette nani tornavano a casa.  Ricorda ! I segni di punteggiatura permettono di leggere e interpretare correttamente un testo scritto. Le funzioni della punteggiatura sono: - suddividere le parti del testo per renderne chiaro il significato; - evidenziare il rapporto esistente fra le diverse parti di una frase (una successione di fatti, un elenco, ecc.); - suggerire l’intonazione e quindi il significato espressivo di una frase. 1 Inserisci i segni di punteggiatura necessari per rendere chiaro il senso del brano. I ragazzi si addentrarono nella foresta   erano ricoperti di insetti dalla testa ai piedi   All’improvviso   nel brusio incessante della foresta   distinsero un suono simile a un lamento umano che li paralizzò   Il pianto proveniva da una sagoma scura che giaceva nella cavità e che   a prima vista   sembrava un grande cane. - Che cos’è   - mormorò Alex, indietreggiando. - È un gorilla   Non riesce a uscire   - disse Nadia   - Bisogna tirarlo fuori   - Ma come   Ci può aggredire   - Guarda   c'è anche un cucciolo   - indicò Alex   Era molto piccolo   non poteva avere più di qualche settimana   e stava aggrappato al folto pelo della madre. 2 Riscrivi sul quaderno le frasi seguenti inserendo la punteggiatura corretta.  Preparate i fogli da; disegno per il compito in classe. i colori da usare sono sul tavolo.  I guanti: e la sciarpa blu sul tavolo sono. di Paola lo zaino marrone, è di Stefano  Il temporale è! finito e le nuvole sono; sparite nel cielo è apparso l'arcobaleno?  Nella gara in. bicicletta mio zio è, arrivato primo i suoi compagni lo hanno... subito festeggiato.  I biscotti al cioccolato! sono in forno il pasticciere: sta pulendo il tavolo di lavoro.  Domenica siamo, andati a fare un picnic? in collina insieme ai nostri vicini di casa... Punto fermo . Indica una pausa prolungata. Si usa per segnalare che la frase è terminata.  Dopo il punto ci vuole sempre la lettera maiuscola.  Quando il punto fermo, all’interno di un discorso, indica che la trattazione di un argomento è terminata, è preferibile andare a capo. Virgola , Indica una pausa breve. Separa tra loro parole di un elenco o frasi all’interno di uno stesso periodo.  Si usa per separare le parole di un elenco.  Si usa prima di ma, però, anzi, invece, mentre, ecc.  Si usa prima di se, sebbene.  Si usa dopo sì, no, bene (No, non verrò.).  Si usa per fare una puntualizzazione in un discorso (Giada, la mamma di Chiara, non è venuta.). Punto e virgola ; Indica una pausa di media durata, più lunga della virgola, ma più corta del punto fermo.  Si usa per spezzare una frase senza però concluderla (Prendete carta e forbici; ritagliate la sagoma accuratamente…). Due punti : Corrispondono ad una pausa piuttosto breve.  Si usano per spiegare meglio quanto detto prima (Anche il mio cane era contento: infatti scodinzolava).  Si usano per introdurre un elenco (Nel mio portafoglio ci sono: documenti, biglietti da visita, scontrini, la tessera dell’autobus e pochi soldi.).  Si usano per introdurre il discorso diretto (Egli disse: “Andiamo!”). Punto esclamativo ! Esprime stati d’animo particolari.  Si usa per esprimere gioia (Che bello!), stupore (Incredibile!), dolore (Ahi, che male!) o anche un ordine (State zitti!). Punto interrogativo ? Esprime una domanda.  Si usa alla fine di una domanda (Dove vai?). Puntini di sospensione … Hanno la funzione di lasciare il discorso in sospeso all’interno o alla fine di una frase. Sono sempre e solo tre.  Sospendono il discorso quando se ne intuisce la conclusione (Lasciami stare, altrimenti…).  Esprimono incertezza (Mah… non so cosa dirti.).