L'anello magico

ELEMENTI del RACCONTO FANTASY ON il TE ST VO ATI R AR IL PROTAGONISTA: IL PRESCELTO OGGETTO MAGICO AIUTANTE DAI POTERI MAGICI FATTI INSOLITI E STRAORDINARI ANTAGONISTA LUOGHI IMMAGINARI MISSIONE DA COMPIERE L'anello magico Frodo, un hobbit, con l'aiuto del mago Gandalf, deve distruggere l'Anello per impedire che Sauron, il signore del Male, se ne impossessi... Frodo tolse nuovamente di tasca l'Anello e lo guardò. L'oro sembrava molto bello e puro, e l'hobbit ammirò la ricchezza e lo splendore del colore, la perfezione della forma. Era un oggetto straordinario e di altissimo pregio. Prima di averlo in mano, la sua intenzione era di scaraventarlo lontano, nella parte più infuocata del camino. Ma ora si accorgeva che non era così facile, che avrebbe avuto bisogno di un grandissimo sforzo di volontà. Soppesò l'Anello, esitante, e imponendosi di pensare a tutto ciò che il mago Gandalf gli aveva detto; poi riunì tutte le sue forze per lanciarlo lontano nel fuoco, ma scoprì di esserselo messo in tasca. Gandalf rise sardonicamente. - Lo vedi? Si sta impadronendo di te, e anche tu, Frodo, già non riesci a sbarazzartene, e non hai più la volontà di distruggerlo. Ma quanto a rompere l'Anello, la forza è del tutto vana. Anche colpendolo con una mazza da fabbro, non lo scal resti nemmeno. Nemmeno le fornaci e le incudini dei Nani vi riuscirebbero. stato detto che il fuoco di drago può fondere gli Anelli del Potere, ma oggi sulla Terra non vi è un solo drago, il cui antico fuoco sia ancora vivo e intenso a tal punto da riuscirvi; e comunque non è mai esistito un drago che potesse danneggiare l'Unico Anello, l'Anello Dominante, poiché era stato forgiato da Sauron, il signore del Male, in persona. C'è una sola strada: trovare la Voragine del Fato, negli abissi dell'Orodruin, la Montagna di Fuoco e lanciarvi l'Anello, se desideri effettivamente distruggerlo ed impedire per sempre al nemico di impadronirsene. - Certo che desidero distruggerlo, e con tutte le mie forze! - gridò Frodo. - Cosa darei per non aver mai visto quest'Anello! Perché è toccato a me? Come mai sono stato scelto io? - Queste sono domande senza risposta - disse Gandalf. - Ma sei stato scelto tu, e hai dunque il dovere di adoperare tutta la forza, l'intelligenza ed il coraggio di cui puoi disporre. Adatt. da J.R.R. Tolkien, II Signore degli Anelli, Bompiani 54

L'anello magico