Il racconto del brivido: Un sospetto nella notte

Un sospetto nella notte il TESTO NARRATIVO Stanley trascorre una notte di grande paura perché teme che nella sua stanza ci sia qualcuno. Solo al mattino scoprirà che a provocare i rumori nell armadio era... Il racconto del brivido Quella notte, in sogno, mi parve di sentire odore di fumo. Una sensazione così intensa da provocarmi il risveglio, nel tentativo di vedere se la mia stanza stesse andando a fuoco. Ma c'era un'altra sensazione, ben più spaventosa del fumo. La sensazione che nella stanza ci fosse qualcuno. Dovetti spremere ogni stilla (1) di coraggio ed energia per costringermi ad aprire gli occhi. Mi drizzai a sedere sul letto. Avevo la sgradevole impressione che qualcuno si stesse muovendo nell'ombra. A tastoni, cercai di accendere la lampada sul comodino, ci riuscii, mi trovai davanti al nulla. Una stanza vuota. Mi accorsi che la porta dell'armadio era socchiusa. Dal suo interno, poco prima di andare a letto, avevo preso un cuscino pulito. Mi ero forse scordato di chiuderla bene? Capire le parole (1) Stilla: goccia. (2) Carabattola: cianfrusaglia, oggetto di poco o nessun valore. Esplora il testo v Il testo è narrato in: v Il protagonista è: prima persona. un bambino. terza persona. una bambina. Nub. v Dove si svolge la vicenda? v La vicenda avviene: di notte. di giorno. v Che cosa suscita paura nel protagonista? Una voce. Una presenza nella stanza. v Quali sono le espressioni che descrivono la paura del protagonista? Sottolineale nel testo. v I fatti narrati sono: reali. verosimili. fantastici. v L'autore del testo per spaventare il lettore usa: un luogo misterioso e inquietante. 48 la suspense. un apparizione mostruosa.
Il racconto del brivido: Un sospetto nella notte