Introduzione alla pubblicità

la Il testo IINFORMAT A IVO La pubblicità è una forma di comunicazione che utilizza parole ed immagini, per informare dell'esistenza di un prodotto, ma allo stesso tempo per persuadere le persone (i consumatori) verso l'acquisto del prodotto reclamizzato o per orientare verso un comportamento o un modo di pensare. La pubblicità dunque deve attrarre e colpire i destinatari. Per farlo: w utilizza brevi frasi che attirano l'attenzione, gli slogan (parola di origine scozzese, che signi ca "grido di guerra"); w ricorre ad immagini ben selezionate che facciano desiderare il prodotto. Il linguaggio della pubblicità IL LINGUAGGIO VERBALE Il testo verbale deve essere sintetico e di immediata comprensione. Per attirare l'attenzione del pubblico si utilizzano battute spiritose, giochi di parole, metafore e personi cazioni, invenzione di nuove parole, (neologismi). IL LINGUAGGIO VISIVO Le immagini devono stupire e suggestionare: attraverso forme e colori accuratamente studiati, si suscitano emozioni e sensazioni che rimangono impresse nella mente di chi le guarda. A volte si ricorre ad un testimonial, cioè un personaggio famoso che trasferisce al prodotto la sua simpatia e credibilità. IL LINGUAGGIO SONORO E CINEMATOGRAFICO Nella pubblicità radiofonica e negli spot televisivi sono presenti anche degli elementi sonori e cinematogra ci: il parlato, la musica (il jingle è il ritornello musicale)) e le immagini g in movimento. I luoghi della pubblicità 216 Per raggiungere il suo scopo la pubblicità utilizza tutti i mezzi di comunicazione: giornali, radio, tv, telefono, internet, posta, e ancora manifesti e poster nei luoghi pubblici... La pubblicità è diventata una presenza continua, che ci accompagna in tutte le ore della giornata. Su Internet il prodotto pubblicitario tipico è il banner (bandiera, striscione): è un inserto che si apre sulla pagina web.

Introduzione alla pubblicità