Leggermente - Lingua e linguaggi 5 Sfoglialibro

DESCRIZIONE DI PERSONE Sua madre lo spingeva fuori, dicendogli di andare al parco a giocare con gli altri coetanei. Sam detestava il parco e non voleva giocare con gli altri ragazzini. Sapeva che avrebbero riso di lui, sapeva che lo trovavano ridicolo. Questo era uno dei problemi di Sam: era convinto di essere ridicolo. Quando passava davanti a uno specchio o davanti alle grandi vetrine lucenti dei negozi, o dovunque potesse vedere ri essa la propria immagine, Sam chiudeva gli occhi. Non voleva vedere quanto era ridicolo. Ma non lo era. Se a voi capitasse di incontrare Sam per la strada, vedreste un ragazzino normalissimo in maglietta, jeans e scarpe da ginnastica, con capelli biondi che ricadono sulla fronte, grandi occhi grigi, e naso e bocca assolutamente normali. PER RIFLETTERE t Ti senti simile a Sam in qualche aspetto o ritieni di essere molto diverso da lui? Succede anche a te a volte di sentirti timido e di fare fatica a parlare con qualcuno? O di arrossire? In quali occasioni? t Parlane con i tuoi compagni. Adatt. da I. Clarke, Riffraff, Emme Edizioni Per comprendere v Quali tra questi aggettivi sono adatti a descrivere Sam? Scherzoso. Timido. Solitario. Socievole. Burlone. Sensibile. v L espressione le parole gli restavano conficcate in gola significa che: a Sam viene mal di gola improvvisamente, mentre parla con le persone. Sam non riesce a parlare per la timidezza. v Cosa piace fare a Sam? v Dove lo sollecita ad andare sua madre? v Perché Sam non vuole andare al parco a giocare con i coetanei? 181

Leggermente - Lingua e linguaggi 5 Sfoglialibro