L'onomatopea

i l T E S TO P O ETI C O La M U SICA LIT della poes ia L'onomatopea L onomatopea è una parola che riproduce suoni, rumori, voci della realtà (din don, tic tac, driiiin...), oppure li imita (tintinnio, sussurro, boato, rimbombo). In quest ultimo caso si tratta di parole onomatopeiche. Don... Don... E mi dicono, Dormi! Mi cantano, Dormi! Sussurrano, Dormi! Bisbigliano, Dormi! G. Pascoli Le parole Don... Don riproducono il suono delle campane; le parole bisbigliano e sussurrano creano l effetto delle parole dette a bassa voce. L UCCELLINO DEL FREDDO Viene il freddo. Giri per dirlo tu, sgricciolo (1) , intorno le siepi; e sentire fai nel tuo zirlo (2) lo strido di gelo che crepi (3) . Il tuo trillo sembra la brina che sgrigiola (4) , il vetro che incrina... trr trr trr terit tirit... Rid. da G. Pascoli, Poesie, Mondadori Esplora il testo v Sottolinea di rosso le parole onomatopeiche che riproducono il verso dello scricciolo. v Sottolinea di blu nel testo i suoni fr - sgr - str - tr - br. Poi leggi i versi ad alta voce pronunciando lentamente le parole che contengono questi suoni. v Che effetto sonoro producono? Un effetto caldo, come il crepitio del fuoco. Un effetto stridente, come lo scricchiolio del ghiaccio. Un effetto cupo, come il boato del tuono. Cosa significa (1) Sgricciolo: lo scricciolo è un piccolo uccello. (2) Zirlo: è il verso acuto dell uccellino. (3) Lo strido di gelo che crepi: il suono stridulo come quello del ghiaccio che si rompe. (4) Sgrigiola: scricchiola. Scrivi t Fai come il poeta e associa a ciascun animale il suo verso e la parola onomatopeica che lo indica. - mucca - pecora - maiale - leone - ape 142 tu muuu muggito

L'onomatopea