Il linguaggio cinematografico

il TE STO NARR ATIV O il CINEMA Le inquadrature Il linguaggio cinematografico "Saper vedere il cinema" significa imparare ad osservare un film, comprendendone il linguaggio... Dai primi brevissimi lmati muti ed in bianco e nero, i lm sono diventati via via più complessi ed articolati, ma alla base del linguaggio cinematogra co vi è sempre l'inquadratura. Essa è formata da un insieme di fotogrammi impressionati sulla pellicola, che scorrendo rapidamente davanti ai nostri occhi ci dà l'impressione del movimento. L'inquadratura è dunque la porzione di spazio ripreso dalla macchina da presa per un certo tempo. Un'inquadratura può durare da pochi secondi, no a un tempo molto lungo, se il regista decide di fare una ripresa continua. Il regista può scegliere tra una serie di inquadrature base, in rapporto alla distanza tra la macchina da presa e l'ambiente o la gura umana. Distinguiamo dunque tra: campi, inquadrature in cui prevale l'ambiente o il paesaggio; piani, inquadrature in cui domina la gura umana. p Per comprendere Il Signore degli Anelli I magnifici sette Spider-man La storia infinita t Osserva le immagini ed indica il tipo di inquadratura, scegliendo nella scala dei campi e dei piani, come nell'esempio. CLL t CL t CM t CT t DTT t FI t PA t MF t PP t PPP t PART Harry Potter e il calice di fuoco 130

Il linguaggio cinematografico