Verifica delle competenze: Un giallo in cucina

Il testo narrativo IL RACCONTO GIALLO Verifica delle competenze Un giallo in cucina 1 Il commissario si recò sul luogo del delitto. Benché abituato ad ogni sorta di orrori non poté trattenere una smorfia di disgusto non appena vide la vittima. Essa giaceva riversa(1), privata sia della testa che degli arti inferiori. L’assassino 5 aveva infierito sul cadavere squarciandolo e schiacciandolo fino ad essere ridotto a una focaccia. Era innanzitutto ne- cessario trovare il movente(2), scoprire se tanta barbarie era da imputarsi al gesto di un folle o aveva in sé un’incompren- sibile motivazione. Il commissario ispezionò la cucina, poi- 10 ché lì era stato rinvenuto il cadavere. Scoprì che erano stati abbondantemente usati sale e pepe, ma di questo non riuscì a darsi una spiegazione. Toccò la vittima. Contrariamente a quanto accadeva di solito, scottava. Il mistero era sempre più fitto. Il commissario decise di interrogare tutti gli abitanti dell’appartamento. Incominciò dal signor Rossi che era rientrato precipitosamente a casa non appena 15 aveva appreso la notizia. Egli si dichiarò del tutto estraneo al fatto. Il suo alibi era di ferro: era stato in ufficio fino a quel momento. Il figlio, un giovanotto di circa 20 anni, sembrava sospetto, non aveva alibi poiché era stato tutta la mattina a casa a causa di un’influenza. Ma non sembrava un folle ed era difficile immaginare quale movente lo avesse spinto all’efferato(3) delitto. 20 Restava la madre, la signora Rossi. Alle domande del commissario rispose in maniera evasiva, raccontò di una mattinata che l’aveva molto occupata, affermò di non saper nulla. Il commissario capì che doveva trovare un indizio, delle prove. Tornò ad esaminare la vittima. La “scientifica(4)” aveva rilevato abbondanti tracce di olio e burro sul cadavere. Il commissario ebbe un lampo di genio. Aveva capito tutto. 25 Tornò dalla signora Rossi e le esaminò le mani: erano an- cora unte dello stesso olio e burro di cui aveva cosparso la vittima. Non vi erano dubbi: era lei l’assassina! Il movente? Preparare il pranzo. La vittima? Il pollo. E. Vigo, Parole animate, Bibliografica Capire le parole (1) Riversa: rovesciata. (2) Movente: è il motivo per il quale è stato commesso il delitto. (3) Efferato: feroce, estremamente crudele. (4) “Scientifica”: reparto di polizia che si occupa di rilevare e analizzare le tracce. So esplorare il testo La vicenda è ambientata: nel presente. nel passato. nel futuro. L’indagine dura: un breve periodo. un tempo molto lungo. La scena del crimine è un luogo: realistico e comune. fantastico e misterioso. Il narratore è: esterno. interno. Chi è il protagonista? Il commissario. Il signor Rossi. La signora Rossi. Il figlio. Chi sono i sospettati? Il commissario. Il signor Rossi. La signora Rossi. Il figlio. Chi è il colpevole? Chi è la vittima? Qual è il movente? Quale indizio ha permesso al commissario di risolvere il caso? Il cadavere senza testa e senza arti. La vittima scottava. Tracce di olio e burro sul cadavere. Presenza di olio e burro sulle mani del colpevole. Qual è il colpo di scena nella narrazione? L’assassino. La vittima. Il movente.So capire il testo In quale stanza della casa viene rinvenuto il cadavere? Perché la vittima scottava? Per cosa erano stati usati sale e pepe? Cosa significa che l’alibi del signor Rossi era “di ferro” (riga 18)? Che era un alibi insicuro, da verificare. Che era un alibi indiscutibile, certo. Che era dal ferramenta. Perché il figlio non aveva alcun alibi?
Il testo narrativo  IL RACCONTO GIALLO Verifica delle competenze Un giallo in cucina 1 Il commissario si recò sul luogo del delitto. Benché abituato ad ogni sorta di orrori non poté trattenere una smorfia di disgusto non appena vide la vittima. Essa giaceva riversa(1), privata sia della testa che degli arti inferiori. L’assassino 5 aveva infierito sul cadavere squarciandolo e schiacciandolo fino ad essere ridotto a una focaccia. Era innanzitutto ne- cessario trovare il movente(2), scoprire se tanta barbarie era da imputarsi al gesto di un folle o aveva in sé un’incompren- sibile motivazione. Il commissario ispezionò la cucina, poi- 10 ché lì era stato rinvenuto il cadavere. Scoprì che erano stati abbondantemente usati sale e pepe, ma di questo non riuscì a darsi una spiegazione. Toccò la vittima. Contrariamente a quanto accadeva di solito, scottava. Il mistero era sempre più fitto. Il commissario decise di interrogare tutti gli abitanti dell’appartamento. Incominciò dal signor Rossi che era rientrato precipitosamente a casa non appena 15 aveva appreso la notizia. Egli si dichiarò del tutto estraneo al fatto. Il suo alibi era di ferro: era stato in ufficio fino a quel momento. Il figlio, un giovanotto di circa 20 anni, sembrava sospetto, non aveva alibi poiché era stato tutta la mattina a casa a causa di un’influenza. Ma non sembrava un folle ed era difficile immaginare quale movente lo avesse spinto all’efferato(3) delitto. 20 Restava la madre, la signora Rossi. Alle domande del commissario rispose in maniera evasiva, raccontò di una mattinata che l’aveva molto occupata, affermò di non saper nulla. Il commissario capì che doveva trovare un indizio, delle prove. Tornò ad esaminare la vittima. La “scientifica(4)” aveva rilevato abbondanti tracce di olio e burro sul cadavere. Il commissario ebbe un lampo di genio. Aveva capito tutto. 25 Tornò dalla signora Rossi e le esaminò le mani: erano an- cora unte dello stesso olio e burro di cui aveva cosparso la vittima. Non vi erano dubbi: era lei l’assassina! Il movente? Preparare il pranzo. La vittima? Il pollo. E. Vigo, Parole animate, Bibliografica Capire le parole (1) Riversa: rovesciata. (2) Movente: è il motivo per il quale è stato commesso il delitto. (3) Efferato: feroce, estremamente crudele. (4) “Scientifica”: reparto di polizia che si occupa di rilevare e analizzare le tracce. So esplorare il testo  La vicenda è ambientata:   nel presente.   nel passato.   nel futuro.  L’indagine dura:   un breve periodo.   un tempo molto lungo.  La scena del crimine è un luogo:   realistico e comune.   fantastico e misterioso.  Il narratore è:   esterno.   interno.  Chi è il protagonista?   Il commissario.   Il signor Rossi.   La signora Rossi.   Il figlio.  Chi sono i sospettati?   Il commissario.   Il signor Rossi.   La signora Rossi.   Il figlio.  Chi è il colpevole?    Chi è la vittima?    Qual è il movente?    Quale indizio ha permesso al commissario di risolvere il caso?   Il cadavere senza testa e senza arti.   La vittima scottava.   Tracce di olio e burro sul cadavere.   Presenza di olio e burro sulle mani del colpevole.  Qual è il colpo di scena nella narrazione?   L’assassino.   La vittima.   Il movente.So capire il testo  In quale stanza della casa viene rinvenuto il cadavere?    Perché la vittima scottava?    Per cosa erano stati usati sale e pepe?    Cosa significa che l’alibi del signor Rossi era “di ferro” (riga 18)?   Che era un alibi insicuro, da verificare.   Che era un alibi indiscutibile, certo.   Che era dal ferramenta.  Perché il figlio non aveva alcun alibi?