Il trucco di Poirot

Il testo narrativo Il racconto giallo Lo smascheramento del colpevole Il trucco di Poirot Poirot si dimostra particolarmente astuto nell’incastrare i colpevoli, che a loro volta diventano vittime dei suoi stratagemmi per farli confessare… Poirot, seduto sul divano, stava interrogando una giovane vedova, la signora Maltravers, che aveva da poco perso il marito. Secondo i periti dell’assicurazione, l’uomo non era morto accidentalmente in seguito ad uno sparo partito per sbaglio dal suo fucile da caccia, così come la vedova avrebbe voluto far credere. E poiché nella vicenda c’era qualcosa di poco chiaro, Poirot era stato incaricato di compiere delle indagini, anche perché, in seguito al tragico evento, la donna avrebbe riscosso dall’assicurazione una grossa somma di denaro. Improvvisamente, proprio mentre l’investigatore stava cercando di ottenere dalla vedova qualche nuova informazione, si sentì un grido fuori dalla porta, e poi un rumore di porcellana infranta. I due sobbalzarono e la cameriera arrivò di corsa, agitatissima tenendosi una mano sul cuore. - C’era un uomo… fermo nel corridoio! L’investigatore si precipitò fuori, ma tornò subito indietro dicendo: - Non c’è nessuno. - Davvero, signore? - chiese con voce flebile la cameriera. - Oh, meno male! Ho pensato che fosse lo spirito del mio vecchio padrone… sembrava proprio lui. Una grande inquietudine si stava impadronendo della signora Maltravers, che supplicò Poirot di non andarsene via subito. La cameriera era sconvolta e la signora era terrorizzata al pensiero di stare da sola. Mentre i tre sedevano nel salottino, il vento si era intensificato e correva gemendo per tutta la casa con un sibilare sinistro. Due volte la porta della stanza si aprì lentamente e ogni volta la signora si aggrappò a Poirot con un gemito di paura. - Ah, ma questa porta è stregata - esclamò ironicamente Poirot. Si alzò e andò a chiuderla un’altra volta poi girò la chiave nella toppa. Ma accadde l’impossibile! La porta chiusa a chiave si aprì lentamente. La signora Maltravers lanciò un lungo grido voltandosi verso Poirot: - Lo avete visto… lì, nel corridoio! - Madame non ho visto nulla. Ma voi non state bene… siete sconvolta! D’un tratto, senza preavviso, le luci tremarono, poi si spensero e dall’oscurità giunsero tre colpi forti. Allora anche Poirot vide! Davanti a lui e alla signora Maltravers c’era un uomo illuminato da una vaga luce spettrale che tendeva la mano verso la donna, come a volerla accusare di qualcosa… - Sì! Lo ammetto! Sono stata io! L’ho ucciso io! Lui mi stava insegnando come si fa a sparare e io ho messo la mano sul grilletto e ho premuto! Ma adesso salvatemi da lui! Quello è il suo spirito… tornato per vendicarsi! - Luce! - disse allora Poirot. La luce si accese come per magia, e come per magia apparve un uomo, un attore teatrale per la precisione, che assomigliava straordinariamente al marito della signora Maltravers. E mentre la signora Maltravers abbassava lo sguardo, consapevole di aver reso una confessione in piena regola, Poirot esclamò: - Il trucco ha funzionato anche questa volta! Un altro difficile caso era risolto con una semplice… messinscena teatrale! A. Christie, Hercules Poirot indaga, Mondadori Hercules Poirot Il detective belga Hercules Poirot è uno dei celebri personaggi ideati da Agatha Christie, giallista inglese conosciuta in tutto il mondo. Poirot è famoso per gli impomatati baffi a manubrio, per la testa allungata a forma di uovo e per la mania dell’ordine e della simmetria. Il suo cervello è perfetto e funziona a meraviglia, riuscendo a risolvere anche i casi più complicati. Esplora il testo Quale crimine è stato commesso? Furto. Delitto. Rapimento. In quale luogo si svolge la vicenda narrata? Chi sta interrogando Poirot? Perché la signora Maltravers è una sospettata? Perché è molto sconvolta dal dolore. Perché potrebbe incassare una grossa somma dall’assicurazione. Nel testo ci sono diversi dati sensoriali che contribuiscono a creare suspense. Individuali e sottolinea i dati visivi di blu e quelli uditivi di rosso. Qual è il colpo di scena con cui si conclude la vicenda? La confessione della signora Maltravers. Il fantasma scompare all'improvviso. Per comprendere Qual è il trucco messo in atto da Poirot? Far comparire il fantasma del defunto. Salvare la signora Maltravers dal fantasma del defunto. Come è avvenuta realmente l’uccisione del marito? Perché dopo l’accensione della luce, la signora Maltravers abbassa lo sguardo? Perché Poirot esclama: “Il trucco ha funzionato!”? Perché la paura del fantasma del marito ha fatto confessare l’assassina. Perché la messinscena teatrale è stata eccellente e ha spaventato tutti.
Il testo narrativo   Il racconto giallo Lo smascheramento del colpevole Il trucco di Poirot Poirot si dimostra particolarmente astuto nell’incastrare i colpevoli, che a loro volta diventano vittime dei suoi stratagemmi per farli confessare… Poirot, seduto sul divano, stava interrogando una giovane vedova, la signora Maltravers, che aveva da poco perso il marito. Secondo i periti dell’assicurazione, l’uomo non era morto accidentalmente in seguito ad uno sparo partito per sbaglio dal suo fucile da caccia, così come la vedova avrebbe voluto far credere. E poiché nella vicenda c’era qualcosa di poco chiaro, Poirot era stato incaricato di compiere delle indagini, anche perché, in seguito al tragico evento, la donna avrebbe riscosso dall’assicurazione una grossa somma di denaro. Improvvisamente, proprio mentre l’investigatore stava cercando di ottenere dalla vedova qualche nuova informazione, si sentì un grido fuori dalla porta, e poi un rumore di porcellana infranta. I due sobbalzarono e la cameriera arrivò di corsa, agitatissima tenendosi una mano sul cuore. - C’era un uomo… fermo nel corridoio! L’investigatore si precipitò fuori, ma tornò subito indietro dicendo: - Non c’è nessuno. - Davvero, signore? - chiese con voce flebile la cameriera. - Oh, meno male! Ho pensato che fosse lo spirito del mio vecchio padrone… sembrava proprio lui. Una grande inquietudine si stava impadronendo della signora Maltravers, che supplicò Poirot di non andarsene via subito. La cameriera era sconvolta e la signora era terrorizzata al pensiero di stare da sola. Mentre i tre sedevano nel salottino, il vento si era intensificato e correva gemendo per tutta la casa con un sibilare sinistro. Due volte la porta della stanza si aprì lentamente e ogni volta la signora si aggrappò a Poirot con un gemito di paura. - Ah, ma questa porta è stregata - esclamò ironicamente Poirot. Si alzò e andò a chiuderla un’altra volta poi girò la chiave nella toppa. Ma accadde l’impossibile! La porta chiusa a chiave si aprì lentamente. La signora Maltravers lanciò un lungo grido voltandosi verso Poirot: - Lo avete visto… lì, nel corridoio! - Madame non ho visto nulla. Ma voi non state bene… siete sconvolta! D’un tratto, senza preavviso, le luci tremarono, poi si spensero e dall’oscurità giunsero tre colpi forti. Allora anche Poirot vide! Davanti a lui e alla signora Maltravers c’era un uomo illuminato da una vaga luce spettrale che tendeva la mano verso la donna, come a volerla accusare di qualcosa… - Sì! Lo ammetto! Sono stata io! L’ho ucciso io! Lui mi stava insegnando come si fa a sparare e io ho messo la mano sul grilletto e ho premuto! Ma adesso salvatemi da lui! Quello è il suo spirito… tornato per vendicarsi! - Luce! - disse allora Poirot. La luce si accese come per magia, e come per magia apparve un uomo, un attore teatrale per la precisione, che assomigliava straordinariamente al marito della signora Maltravers. E mentre la signora Maltravers abbassava lo sguardo, consapevole di aver reso una confessione in piena regola, Poirot esclamò: - Il trucco ha funzionato anche questa volta! Un altro difficile caso era risolto con una semplice… messinscena teatrale! A. Christie, Hercules Poirot indaga, Mondadori Hercules Poirot Il detective belga Hercules Poirot è uno dei celebri personaggi ideati da Agatha Christie, giallista inglese conosciuta in tutto il mondo. Poirot è famoso per gli impomatati baffi a manubrio, per la testa allungata a forma di uovo e per la mania dell’ordine e della simmetria. Il suo cervello è perfetto e funziona a meraviglia, riuscendo a risolvere anche i casi più complicati. Esplora il testo  Quale crimine è stato commesso?   Furto.   Delitto.   Rapimento.  In quale luogo si svolge la vicenda narrata?    Chi sta interrogando Poirot?    Perché la signora Maltravers è una sospettata?   Perché è molto sconvolta dal dolore.   Perché potrebbe incassare una grossa somma dall’assicurazione.  Nel testo ci sono diversi dati sensoriali che contribuiscono a creare suspense. Individuali e sottolinea i dati visivi di blu e quelli uditivi di rosso.  Qual è il colpo di scena con cui si conclude la vicenda?   La confessione della signora Maltravers.   Il fantasma scompare all'improvviso. Per comprendere  Qual è il trucco messo in atto da Poirot?   Far comparire il fantasma del defunto.   Salvare la signora Maltravers dal fantasma del defunto.  Come è avvenuta realmente l’uccisione del marito?            Perché dopo l’accensione della luce, la signora Maltravers abbassa lo sguardo?                Perché Poirot esclama: “Il trucco ha funzionato!”?   Perché la paura del fantasma del marito ha fatto confessare l’assassina.   Perché la messinscena teatrale è stata eccellente e ha spaventato tutti.