Il Terrenon

Il testo narrativo Il racconto fantasy L'oggetto dai poteri magici Il Terrenon Nel mondo incantato di Terramare, un ragazzo si mette in viaggio verso l'isola di Roke e la sua Scuola di maghi, dove apprenderà a governare gli elementi e affrontare i mille volti del Male. Ged si guardò intorno e il suo occhio di mago individuò una delle pietre che formavano il pavimento: era vicina e impregnata di umidità come tutte le altre, una comune, massiccia, informe lastra da pavimento. Eppure egli ne percepì il potere, come se gli parlasse a voce alta. Si sentì mancare il respiro e per un attimo fu invaso da un profondo malessere. Quella era la pietra di fondazione della torre. Risaliva a tempi remoti: in quel blocco di pietra era incarcerato un antico, terribile spirito. Serret gli indicò la pietra: - Questo è il Terrenon. Ti sorprendi che serbiamo un così prezioso gioiello nella nostra più riposta stanza del tesoro? Ged rimase muto e guardingo. Forse lo stava mettendo alla prova, pensò. - Parlami dei suoi poteri - le disse infine. - È stata creata prima che Segoy facesse emergere dall'Oceano Aperto le isole del mondo. È nata insieme col mondo, al momento stesso della creazione, e durerà fino alla fine del mondo. Il tempo non è nulla, per lei. Se vi appoggi sopra una mano e le poni una domanda, lei risponderà, a seconda del potere che c'è in te. Ha una voce, se sai come ascoltarla. Parlerà delle cose che sono state, che sono, e che saranno. È lei che ci ha detto del tuo arrivo, ben prima che tu raggiungessi questa terra. Vuoi porle una domanda, ora? Ti risponderà. Da U.K. Le Guin, Il mago, Mondadori Esplora il testo Chi è il protagonista della vicenda? Qual è l’elemento magico? Qual è il suo potere? Il luogo in cui è ambientato il racconto è: preciso e definito. remoto e indefinito. Per comprendere Segna con una X se le affermazioni sono vere (V) o false (F). - Nel testo vi è un oggetto magico. V F - L’oggetto magico si chiama Serret. V F - Nel Terrenon vi è imprigionato uno spirito. V F - Il Terrenon è stato creato da Ged. V F - La pietra magica è eterna. V F - La pietra magica non parla. V F - La pietra parla del passato, del presente e del futuro. V F
Il testo narrativo   Il racconto fantasy L'oggetto dai poteri magici Il Terrenon Nel mondo incantato di Terramare, un ragazzo si mette in viaggio verso l'isola di Roke e la sua Scuola di maghi, dove apprenderà a governare gli elementi e affrontare i mille volti del Male. Ged si guardò intorno e il suo occhio di mago individuò una delle pietre che formavano il pavimento: era vicina e impregnata di umidità come tutte le altre, una comune, massiccia, informe lastra da pavimento. Eppure egli ne percepì il potere, come se gli parlasse a voce alta. Si sentì mancare il respiro e per un attimo fu invaso da un profondo malessere. Quella era la pietra di fondazione della torre. Risaliva a tempi remoti: in quel blocco di pietra era incarcerato un antico, terribile spirito. Serret gli indicò la pietra: - Questo è il Terrenon. Ti sorprendi che serbiamo un così prezioso gioiello nella nostra più riposta stanza del tesoro? Ged rimase muto e guardingo. Forse lo stava mettendo alla prova, pensò. - Parlami dei suoi poteri - le disse infine. - È stata creata prima che Segoy facesse emergere dall'Oceano Aperto le isole del mondo. È nata insieme col mondo, al momento stesso della creazione, e durerà fino alla fine del mondo. Il tempo non è nulla, per lei. Se vi appoggi sopra una mano e le poni una domanda, lei risponderà, a seconda del potere che c'è in te. Ha una voce, se sai come ascoltarla. Parlerà delle cose che sono state, che sono, e che saranno. È lei che ci ha detto del tuo arrivo, ben prima che tu raggiungessi questa terra. Vuoi porle una domanda, ora? Ti risponderà. Da U.K. Le Guin, Il mago, Mondadori Esplora il testo  Chi è il protagonista della vicenda?    Qual è l’elemento magico?    Qual è il suo potere?          Il luogo in cui è ambientato il racconto è:   preciso e definito.   remoto e indefinito. Per comprendere  Segna con una X se le affermazioni sono vere (V) o false (F). - Nel testo vi è un oggetto magico.   V   F - L’oggetto magico si chiama Serret.   V   F - Nel Terrenon vi è imprigionato uno spirito.   V   F - Il Terrenon è stato creato da Ged.   V   F - La pietra magica è eterna.   V   F - La pietra magica non parla.   V   F - La pietra parla del passato, del presente e del futuro.   V   F