Sono una velocista nata

Il testo narrativo Il flashback Sono una velocista nata Cass Bodine adora correre. Per questo si alza presto tutte le mattine estive e va ad allenarsi al campo della scuola. Mi siedo nell'erba umida vicino alla pista a fare stretching. I cani si sdraiano accanto a me. Rapidamente, apro il cancello ed entro in pista. Rimango ferma per un istante, poi mi piego in avanti. Un soffio di brezza mi scosta i capelli e sento l'odore della terra battuta. Fu in terza elementare che scoprii di essere una velocista nata. Era il giorno delle gare, e tutti si erano iscritti al salto in alto e al salto in lungo, al lancio del peso e del disco, e ai vari tipi di corsa. Ero ancora bassina, in terza. Non andavo troppo bene nei salti. Quando fu il mio turno con il peso, Ben disse che lanciavo come una bambina. Poi ci mettemmo in fila per i quattrocento metri. Appena cominciai a correre, capitò una cosa strana. Superai tutte le ragazze, e poi anche i maschi, persino Ben. Tagliai il traguardo da sola. Quando Ben mi raggiunse disse che era stato un miracolo, ma capii che era orgoglioso di me. Ho ancora l'attestato che certifica la mia vittoria in quella gara. Mi ricorderò per sempre quel giorno. Quello fu il giorno in cui scoprii cosa avevo di speciale: sapevo correre forte. Adesso tutti dicono: - Cass Bodine? Ah, la ragazza che corre. L'anno prossimo sarò in seconda media, quindi potrò entrare nella squadra di atletica. Scommetto che qualche volta vincerò anche contro i grandi. Guardo la pista e dico a me stessa: pronti, partenza, via! Poi decollo. Mentre corro, l'albero e i due cani che riposano all'ombra dei suoi rami si confondono. Per Fran e Blakie devo essere una macchia, tanto sfreccio veloce. Adatt. da A. Fogelin, Cioccolato al latte, Buena Vista Il flashback è "un salto all'indietro" della narrazione per raccontare qualcosa che è successo prima rispetto alla cronologia dei fatti che si stanno narrando. Esplora il testo Che classe frequenta la protagonista al tempo della narrazione? La prima media. La terza elementare. La quinta elementare. Improvvisamente ricorda un episodio di quando frequentava: la prima media. la terza elementare. la quinta elementare. La sequenza evidenziata nel testo è un flashback? Sì. No. Per comprendere All’inizio del testo dove si trova la protagonista? In giardino. Sulla pista di atletica. A una gara di salto in lungo. Perché l’episodio della gara è importante per la protagonista? Perché ha perso la gara. Perché durante la gara veniva presa in giro. Perché durante la gara capì di correre davvero forte.

Il testo narrativo   Il flashback

Sono una velocista nata

Cass Bodine adora correre. Per questo si alza presto tutte le mattine estive e va ad allenarsi al campo della scuola.

Mi siedo nell'erba umida vicino alla pista a fare stretching. I cani si sdraiano accanto a me.

Rapidamente, apro il cancello ed entro in pista. Rimango ferma per un istante, poi mi piego in avanti. Un soffio di brezza mi scosta i capelli e sento l'odore della terra battuta.

Fu in terza elementare che scoprii di essere una velocista nata. Era il giorno delle gare, e tutti si erano iscritti al salto in alto e al salto in lungo, al lancio del peso e del disco, e ai vari tipi di corsa. Ero ancora bassina, in terza. Non andavo troppo bene nei salti. Quando fu il mio turno con il peso, Ben disse che lanciavo come una bambina. Poi ci mettemmo in fila per i quattrocento metri. Appena cominciai a correre, capitò una cosa strana. Superai tutte le ragazze, e poi anche i maschi, persino Ben. Tagliai il traguardo da sola. Quando Ben mi raggiunse disse che era stato un miracolo, ma capii che era orgoglioso di me. Ho ancora l'attestato che certifica la mia vittoria in quella gara. Mi ricorderò per sempre quel giorno. Quello fu il giorno in cui scoprii cosa avevo di speciale: sapevo correre forte. Adesso tutti dicono: - Cass Bodine? Ah, la ragazza che corre.

L'anno prossimo sarò in seconda media, quindi potrò entrare nella squadra di atletica. Scommetto che qualche volta vincerò anche contro i grandi.

Guardo la pista e dico a me stessa: pronti, partenza, via! Poi decollo. Mentre corro, l'albero e i due cani che riposano all'ombra dei suoi rami si confondono. Per Fran e Blakie devo essere una macchia, tanto sfreccio veloce.

Adatt. da A. Fogelin, Cioccolato al latte, Buena Vista

Esplora il testo

 Che classe frequenta la protagonista al tempo della narrazione?

  La prima media.

  La terza elementare.

  La quinta elementare.

 Improvvisamente ricorda un episodio di quando frequentava:

  la prima media.

  la terza elementare.

  la quinta elementare.

 La sequenza evidenziata nel testo è un flashback?

  Sì.

  No.