Alla ricerca di Carol

Il testo narrativo Fabula e intreccio Alla ricerca di Carol Jago è un giovane lupo che ha smarrito la sua compagna Carol. Cosa le sarà accaduto? II lupo Jago aprì gli occhi quando il sole era già alto nel cielo. Sbadigliò lungamente. Guardò alcune farfalle che si erano posate sui fiori. La notte prima aveva vagato da solo, alla ricerca di Carol, una lupa grigia della quale si era innamorato. Ma non l'aveva trovata. Ma dov'era Carol? Dove s'era cacciata? Le era successo qualcosa? Jago doveva riprendere la ricerca della lupa. Poteva essere in pericolo, oppure poteva essere fuggita perché si era sentita in pericolo. Sapeva che a Carol piaceva l'ombra dei grandi alberi. E là in fondo c'erano alberi altissimi che gettavano sul terreno ombre di grande estensione. Si erano conosciuti proprio sotto l'ombra di un albero. Lui si era avvicinato, lentamente. Pioveva, il terreno era molle. Aveva le zampe sporche di fango. Carol era seduta, come se aspettasse che la pioggia finisse. Si era seduto davanti a lei e l'aveva guardata. Poi, insieme, si erano mossi verso le colline. Raggiunta la cima di una collina, ulularono insieme. E capirono che erano fatti l'uno per l'altra. Da quel giorno non si erano più lasciati. Ma che stava succedendo quella mattina? Jago si sentiva perso senza Carol. II giorno prima avevano deciso di scegliere una tana, solo per loro due. - Jago, a me piacciono gli alberi - aveva detto Carol. - Lo so - aveva risposto lui - sceglieremo la boscaglia, basta che ci sia un po' di sole. - Ci sdraieremo al sole con i nostri cuccioli! - aveva esclamato Carol, strofinandosi al suo fianco. Questi ricordi erano piacevoli per Jago, ma aumentavano la sua ansia: dove si trovava la sua compagna? Adatt. da P. M. Fasinotti, La voce del lupo, Fatatrac Per comprendere Metti in ordine cronologico i fatti narrati numerandoli da 1 a 6. Al mattino Jago si sveglia quando il sole è già alto. Carol è sparita e Jago la cerca invano tutta la notte. Jago riprende la ricerca di Carol. Jago e Carol si conoscono in un giorno di pioggia e si innamorano. Decidono di scegliere una tana per loro due, nella boscaglia. Jago ha dei bei ricordi, ma la sua ansia per Carol aumenta. Illustrazione di E. Orciari Esplora il testo Colora di rosso la barra laterale quando affianca le parti di testo che si riferiscono a fatti del passato, e di blu quelle che si riferiscono alla mattina in cui Jago si sveglia. Cancella il completamento errato. L’autore ha scelto di presentare i fatti attraverso la fabula/l’intreccio cioè ha/non ha modificato l’ordine cronologico degli avvenimenti per rendere la narrazione originale e avvincente.
Il testo narrativo   Fabula e intreccio Alla ricerca di Carol Jago è un giovane lupo che ha smarrito la sua compagna Carol. Cosa le sarà accaduto? II lupo Jago aprì gli occhi quando il sole era già alto nel cielo. Sbadigliò lungamente. Guardò alcune farfalle che si erano posate sui fiori. La notte prima aveva vagato da solo, alla ricerca di Carol, una lupa grigia della quale si era innamorato. Ma non l'aveva trovata. Ma dov'era Carol? Dove s'era cacciata? Le era successo qualcosa? Jago doveva riprendere la ricerca della lupa. Poteva essere in pericolo, oppure poteva essere fuggita perché si era sentita in pericolo. Sapeva che a Carol piaceva l'ombra dei grandi alberi. E là in fondo c'erano alberi altissimi che gettavano sul terreno ombre di grande estensione. Si erano conosciuti proprio sotto l'ombra di un albero. Lui si era avvicinato, lentamente. Pioveva, il terreno era molle. Aveva le zampe sporche di fango. Carol era seduta, come se aspettasse che la pioggia finisse. Si era seduto davanti a lei e l'aveva guardata. Poi, insieme, si erano mossi verso le colline. Raggiunta la cima di una collina, ulularono insieme. E capirono che erano fatti l'uno per l'altra. Da quel giorno non si erano più lasciati. Ma che stava succedendo quella mattina? Jago si sentiva perso senza Carol. II giorno prima avevano deciso di scegliere una tana, solo per loro due. - Jago, a me piacciono gli alberi - aveva detto Carol. - Lo so - aveva risposto lui - sceglieremo la boscaglia, basta che ci sia un po' di sole. - Ci sdraieremo al sole con i nostri cuccioli! - aveva esclamato Carol, strofinandosi al suo fianco. Questi ricordi erano piacevoli per Jago, ma aumentavano la sua ansia: dove si trovava la sua compagna? Adatt. da P. M. Fasinotti, La voce del lupo, Fatatrac Per comprendere  Metti in ordine cronologico i fatti narrati numerandoli da 1 a 6.   Al mattino Jago si sveglia quando il sole è già alto.   Carol è sparita e Jago la cerca invano tutta la notte.   Jago riprende la ricerca di Carol.   Jago e Carol si conoscono in un giorno di pioggia e si innamorano.   Decidono di scegliere una tana per loro due, nella boscaglia.   Jago ha dei bei ricordi, ma la sua ansia per Carol aumenta. Illustrazione di E. Orciari Esplora il testo  Colora di rosso la barra laterale quando affianca le parti di testo che si riferiscono a fatti del passato, e di blu quelle che si riferiscono alla mattina in cui Jago si sveglia.  Cancella il completamento errato. L’autore ha scelto di presentare i fatti attraverso la fabula/l’intreccio cioè ha/non ha modificato l’ordine cronologico degli avvenimenti per rendere la narrazione originale e avvincente.