Introduzione al testo informativo

Il testo informativo Che cos'è? Il testo informativo (o espositivo) fornisce notizie, informazioni e spiegazioni su fatti, esperienze, fenomeni. Ha lo scopo, infatti, di informare, di far apprendere e di spiegare. I testi informativi si trovano nelle enciclopedie, nei libri di studio, nelle riviste specialistiche, ma anche in guide turistiche, opuscoli, locandine e in molti siti on-line. Quali elementi lo caratterizzano? Il testo informativo ha una struttura lineare e logica, per favorire la comprensione e lo studio degli argomenti esposti. 1. Generalmente ha un titolo che indica l'argomento generale, seguito a volte dal sottotitolo. 2. Il testo è suddiviso in paragrafi, che trattano un aspetto particolare dell'argomento generale. 3. Ciascun paragrafo può essere suddiviso in capoversi, cioè in parti più piccole, che forniscono informazioni sempre più dettagliate. 4. Per richiamare l'attenzione del lettore sui termini da ricordare, si evidenziano alcune parole importanti, dette parole chiave. Per facilitare la comprensione del testo si utilizzano disegni (5.), fotografie, schemi, didascalie (6.), grafici e cartine. Com'è scritto? In un testo informativo le informazioni sono organizzate in vari modi: ORDINE LOGICO: si espone l'argomento partendo prima dalle informazioni generali, per poi passare a quelle più specifiche; ORDINE CAUSALE: si organizzano le informazioni evidenziando i rapporti di causa - effetto; ORDINE CRONOLOGICO: l'esposizione delle informazioni segue un ordine di tempo; CON L'ENUMERAZIONE: le informazioni vengono presentate sotto forma di elenco. Il linguaggio è specifico della disciplina trattata. L'argomento è esposto in modo oggettivo, con chiarezza e precisione. Sono testi informativi anche: LA CRONACA GIORNALISTICA IL TESTO PUBBLICITARIO Questi testi hanno scopi, strutture, caratteristiche e linguaggi particolari. LE TECNICHE PER STUDIARE Studiare significa leggere con attenzione un testo e comprenderne bene il significato riconoscendo tutte le informazioni che contiene. Per riuscire a studiare in modo efficace puoi seguire queste tappe molto semplici: Prima tappa: dare uno sguardo d’insieme Scorri la pagina, il titolo, le parole evidenziate. a. Qual è l’argomento trattato? b. Che cosa si ricava dalla lettura delle parti messe in risalto? Seconda tappa: leggere per comprendere Leggi il testo con attenzione. Sei sicuro di aver compreso il significato di tutte le frasi? Se hai qualche incertezza, rileggile una seconda volta. Terza tappa: sottolineare/evidenziare Sottolinea o evidenzia nel modo che preferisci le parole e le frasi che ritieni più significative. Quarta tappa: sintetizzare Utilizzando gli spazi bianchi del margine, scrivi brevi frasi o titoletti che riassumano le informazioni essenziali. Quinta tappa: ripassare e esporre Rileggi e ripassa i contenuti principali del testo. Verifica tu stesso se sai riferire le notizie più importanti del brano, provando a esporle ad alta voce.
Il testo informativo Che cos'è? Il testo informativo (o espositivo) fornisce notizie, informazioni e spiegazioni su fatti, esperienze, fenomeni. Ha lo scopo, infatti, di informare, di far apprendere e di spiegare. I testi informativi si trovano nelle enciclopedie, nei libri di studio, nelle riviste specialistiche, ma anche in guide turistiche, opuscoli, locandine e in molti siti on-line. Quali elementi lo caratterizzano? Il testo informativo ha una struttura lineare e logica, per favorire la comprensione e lo studio degli argomenti esposti. 1. Generalmente ha un titolo che indica l'argomento generale, seguito a volte dal sottotitolo. 2. Il testo è suddiviso in paragrafi, che trattano un aspetto particolare dell'argomento generale. 3. Ciascun paragrafo può essere suddiviso in capoversi, cioè in parti più piccole, che forniscono informazioni sempre più dettagliate. 4. Per richiamare l'attenzione del lettore sui termini da ricordare, si evidenziano alcune parole importanti, dette parole chiave. Per facilitare la comprensione del testo si utilizzano disegni (5.), fotografie, schemi, didascalie (6.), grafici e cartine. Com'è scritto? In un testo informativo le informazioni sono organizzate in vari modi:  ORDINE LOGICO: si espone l'argomento partendo prima dalle informazioni generali, per poi passare a quelle più specifiche;  ORDINE CAUSALE: si organizzano le informazioni evidenziando i rapporti di causa - effetto;  ORDINE CRONOLOGICO: l'esposizione delle informazioni segue un ordine di tempo;  CON L'ENUMERAZIONE: le informazioni vengono presentate sotto forma di elenco. Il linguaggio è specifico della disciplina trattata. L'argomento è esposto in modo oggettivo, con chiarezza e precisione. Sono testi informativi anche: LA CRONACA GIORNALISTICA IL TESTO PUBBLICITARIO Questi testi hanno scopi, strutture, caratteristiche e linguaggi particolari. LE TECNICHE PER STUDIARE Studiare significa leggere con attenzione un testo e comprenderne bene il significato riconoscendo tutte le informazioni che contiene. Per riuscire a studiare in modo efficace puoi seguire queste tappe molto semplici: Prima tappa: dare uno sguardo d’insieme  Scorri la pagina, il titolo, le parole evidenziate. a. Qual è l’argomento trattato? b. Che cosa si ricava dalla lettura delle parti messe in risalto? Seconda tappa: leggere per comprendere  Leggi il testo con attenzione. Sei sicuro di aver compreso il significato di tutte le frasi?  Se hai qualche incertezza, rileggile una seconda volta. Terza tappa: sottolineare/evidenziare  Sottolinea o evidenzia nel modo che preferisci le parole e le frasi che ritieni più significative. Quarta tappa: sintetizzare  Utilizzando gli spazi bianchi del margine, scrivi brevi frasi o titoletti che riassumano le informazioni essenziali. Quinta tappa: ripassare e esporre  Rileggi e ripassa i contenuti principali del testo.  Verifica tu stesso se sai riferire le notizie più importanti del brano, provando a esporle ad alta voce.