Sam

Il testo descrittivo Descrizione di persone Carattere e comportamento Sam Anche se è un ragazzino assolutamente normale, Sam si sente ridicolo e così sta sempre da solo. Sam era un ragazzino talmente timido che quando vedeva qualcuno che conosceva, un adulto o un compagno di classe, si cacciava dietro un albero o una siepe o un palo del telefono per non farsi vedere. Riusciva a malapena a parlare con qualcuno senza arrossire e spesso le parole gli restavano conficcate in gola e non riusciva a tirarle fuori. È difficile farsi degli amici quando si è fatti così, e Sam non aveva amici. Durante le vacanze e i weekend si chiudeva in camera sua a disegnare. Adorava disegnare. Faceva strane e meravigliose creature che sembravano sul punto di mettersi a respirare e uscire dalla pagina danzando per conversare con lui. Non succedeva, naturalmente, ma non aveva importanza. Sam parlava con loro senza difficoltà, senza arrossire e senza che le parole gli si conficcassero in gola, e mentre la matita roteava sulla pagina conversava allegramente, in modo appassionato e felice. Sua madre lo spingeva fuori, dicendogli di andare al parco a giocare con gli altri coetanei. Sam detestava il parco e non voleva giocare con gli altri ragazzini. Sapeva che avrebbero riso di lui, sapeva che lo trovavano ridicolo. Questo era uno dei problemi di Sam: era convinto di essere ridicolo. Quando passava davanti a uno specchio o davanti alle grandi vetrine lucenti dei negozi, o dovunque potesse vedere riflessa la propria immagine, Sam chiudeva gli occhi. Non voleva vedere quanto era ridicolo. Ma non lo era. Se a voi capitasse di incontrare Sam per la strada, vedreste un ragazzino normalissimo in maglietta, jeans e scarpe da ginnastica, con capelli biondi che ricadono sulla fronte, grandi occhi grigi, e naso e bocca assolutamente normali. Adatt. da I. Clarke, Riffraff, Emme Edizioni Per riflettere Ti senti simile a Sam in qualche aspetto o ritieni di essere molto diverso da lui? Succede anche a te a volte di sentirti timido e di fare fatica a parlare con qualcuno? O di arrossire? In quali occasioni? Parlane con i tuoi compagni. Esplora il testo In questo testo è stato descritto soprattutto: l’aspetto fisico di Sam. il comportamento e il carattere di Sam. le abitudini alimentari di Sam e della sua famiglia. Sottolinea nel testo gli aspetti di Sam con i colori indicati e poi numerali da 1 a 5 nell’ordine in cui vengono descritti nel testo. Blu: Sensazioni di Sam davanti alla propria immagine riflessa. Rosso: Aspetto fisico e abbigliamento di Sam. Verde: Comportamento durante le vacanze o i weekend. Rosa: Comportamento quando vede qualcuno per strada. Arancione: Sentimenti di Sam nei confronti dei giochi al parco. Per comprendere Quali tra questi aggettivi sono adatti a descrivere Sam? Scherzoso. Timido. Solitario. Socievole. Burlone. Sensibile. L’espressione “le parole gli restavano conficcate in gola” significa che: a Sam viene mal di gola improvvisamente, mentre parla con le persone. Sam non riesce a parlare per la timidezza. Cosa piace fare a Sam? Dove lo sollecita ad andare sua madre? Perché Sam non vuole andare al parco a giocare con i coetanei?
Il testo descrittivo   Descrizione di persone Carattere e comportamento Sam Anche se è un ragazzino assolutamente normale, Sam si sente ridicolo e così sta sempre da solo. Sam era un ragazzino talmente timido che quando vedeva qualcuno che conosceva, un adulto o un compagno di classe, si cacciava dietro un albero o una siepe o un palo del telefono per non farsi vedere. Riusciva a malapena a parlare con qualcuno senza arrossire e spesso le parole gli restavano conficcate in gola e non riusciva a tirarle fuori. È difficile farsi degli amici quando si è fatti così, e Sam non aveva amici. Durante le vacanze e i weekend si chiudeva in camera sua a disegnare. Adorava disegnare. Faceva strane e meravigliose creature che sembravano sul punto di mettersi a respirare e uscire dalla pagina danzando per conversare con lui. Non succedeva, naturalmente, ma non aveva importanza. Sam parlava con loro senza difficoltà, senza arrossire e senza che le parole gli si conficcassero in gola, e mentre la matita roteava sulla pagina conversava allegramente, in modo appassionato e felice. Sua madre lo spingeva fuori, dicendogli di andare al parco a giocare con gli altri coetanei. Sam detestava il parco e non voleva giocare con gli altri ragazzini. Sapeva che avrebbero riso di lui, sapeva che lo trovavano ridicolo. Questo era uno dei problemi di Sam: era convinto di essere ridicolo. Quando passava davanti a uno specchio o davanti alle grandi vetrine lucenti dei negozi, o dovunque potesse vedere riflessa la propria immagine, Sam chiudeva gli occhi. Non voleva vedere quanto era ridicolo. Ma non lo era. Se a voi capitasse di incontrare Sam per la strada, vedreste un ragazzino normalissimo in maglietta, jeans e scarpe da ginnastica, con capelli biondi che ricadono sulla fronte, grandi occhi grigi, e naso e bocca assolutamente normali. Adatt. da I. Clarke, Riffraff, Emme Edizioni Per riflettere  Ti senti simile a Sam in qualche aspetto o ritieni di essere molto diverso da lui? Succede anche a te a volte di sentirti timido e di fare fatica a parlare con qualcuno? O di arrossire? In quali occasioni?  Parlane con i tuoi compagni. Esplora il testo  In questo testo è stato descritto soprattutto:   l’aspetto fisico di Sam.   il comportamento e il carattere di Sam.   le abitudini alimentari di Sam e della sua famiglia.  Sottolinea nel testo gli aspetti di Sam con i colori indicati e poi numerali da 1 a 5 nell’ordine in cui vengono descritti nel testo. Blu: Sensazioni di Sam davanti alla propria immagine riflessa.     Rosso: Aspetto fisico e abbigliamento di Sam.     Verde: Comportamento durante le vacanze o i weekend.     Rosa: Comportamento quando vede qualcuno per strada.     Arancione: Sentimenti di Sam nei confronti dei giochi al parco.     Per comprendere  Quali tra questi aggettivi sono adatti a descrivere Sam?   Scherzoso.   Timido.   Solitario.   Socievole.   Burlone.   Sensibile.  L’espressione “le parole gli restavano conficcate in gola” significa che:   a Sam viene mal di gola improvvisamente, mentre parla con le persone.   Sam non riesce a parlare per la timidezza.  Cosa piace fare a Sam?    Dove lo sollecita ad andare sua madre?    Perché Sam non vuole andare al parco a giocare con i coetanei?