Introduzione al testo narrativo

Il testo narrativo Che cos’è? Il testo narrativo è un testo che racconta una storia. Ogni testo narrativo, anche se di genere diverso, presenta alcune caratteristiche comuni. Un testo narrativo è: realistico quando narra fatti accaduti o che potrebbero accadere nella realtà. fantastico quando narra fatti inverosimili, che non sono possibili nella realtà. Quali elementi lo caratterizzano? In ogni testo si possono osservare: Ambientazione Il tempo: presente, passato o futuro, precisato o imprecisato. Il luogo: reale (una scuola, una casa...) o fantastico (una scuola di magia, una valle incantata...). Personaggi Realistici: un bambino, una mamma... Fantastici: fate, streghe, alieni, vampiri... Fatti ed eventi Reali o verosimili: una gita in campagna, un pranzo con gli amici... Fantastici: una lotta contro un drago, l’incantesimo di una strega... Da chi è scritto? L’autore di un testo è la persona, realmente esistente, che lo ha scritto. L’autore sceglie se narrare la storia: in prima persona attraverso un narratore interno al racconto. in terza persona attraverso un narratore esterno alla storia, che non compare mai nella vicenda. Caratteristiche della narrazione La narrazione si svolge di solito in tre fasi: Inizio: è l’introduzione che indica il luogo e il tempo in cui si svolge la vicenda, e presenta i personaggi della storia; Sviluppo: narra lo svolgimento dei fatti; Conclusione: è la parte finale della vicenda narrata. Un testo narrativo può essere scomposto in sequenze che distinguiamo in: Sequenze narrative , che raccontano fatti e azioni. Sequenze descrittive , che descrivono ambienti, personaggi, oggetti. Sequenze dialogiche , che riportano i dialoghi tra i personaggi. Sequenze riflessive , che espongono un commento o una riflessione dell’autore o del narratore. Ordine della narrazione L'autore può scegliere l'ordine della narrazione per raccontare la storia: La fabula è la storia narrata seguendo la successione dei fatti in ordine cronologico, cioè uno dopo l’altro, così come sono accaduti. L’intreccio è il racconto dei fatti così come ci viene proposto dall’autore, che può scegliere di non rispettare l’ordine cronologico, utilizzando particolari tecniche. A volte nella narrazione l’autore può utilizzare la tecnica del flashback: nella narrazione viene inserito un episodio che si riferisce al passato. In alcuni casi tutta la storia può essere raccontata in un flashback, quando il finale è posto all’inizio del racconto, che raccontano fatti e azioni.
Il testo narrativo Che cos’è? Il testo narrativo è un testo che racconta una storia. Ogni testo narrativo, anche se di genere diverso, presenta alcune caratteristiche comuni. Un testo narrativo è: realistico quando narra fatti accaduti o che potrebbero accadere nella realtà. fantastico quando narra fatti inverosimili, che non sono possibili nella realtà. Quali elementi lo caratterizzano? In ogni testo si possono osservare: Ambientazione  Il tempo: presente, passato o futuro, precisato o imprecisato.  Il luogo: reale (una scuola, una casa...) o fantastico (una scuola di magia, una valle incantata...). Personaggi  Realistici: un bambino, una mamma...  Fantastici: fate, streghe, alieni, vampiri... Fatti ed eventi  Reali o verosimili: una gita in campagna, un pranzo con gli amici...  Fantastici: una lotta contro un drago, l’incantesimo di una strega... Da chi è scritto? L’autore di un testo è la persona, realmente esistente, che lo ha scritto. L’autore sceglie se narrare la storia: in prima persona attraverso un narratore interno al racconto. in terza persona attraverso un narratore esterno alla storia, che non compare mai nella vicenda. Caratteristiche della narrazione La narrazione si svolge di solito in tre fasi:  Inizio: è l’introduzione che indica il luogo e il tempo in cui si svolge la vicenda, e presenta i personaggi della storia;  Sviluppo: narra lo svolgimento dei fatti;  Conclusione: è la parte finale della vicenda narrata. Un testo narrativo può essere scomposto in sequenze che distinguiamo in:  Sequenze narrative , che raccontano fatti e azioni.  Sequenze descrittive , che descrivono ambienti, personaggi, oggetti.  Sequenze dialogiche , che riportano i dialoghi tra i personaggi.  Sequenze riflessive , che espongono un commento o una riflessione dell’autore o del narratore. Ordine della narrazione L'autore può scegliere l'ordine della narrazione per raccontare la storia: La fabula è la storia narrata seguendo la successione dei fatti in ordine cronologico, cioè uno dopo l’altro, così come sono accaduti. L’intreccio è il racconto dei fatti così come ci viene proposto dall’autore, che può scegliere di non rispettare l’ordine cronologico, utilizzando particolari tecniche.  A volte nella narrazione l’autore può utilizzare la tecnica del flashback: nella narrazione viene inserito un episodio che si riferisce al passato. In alcuni casi tutta la storia può essere raccontata in un flashback, quando il finale è posto all’inizio del racconto, che raccontano fatti e azioni.