Una scuola per tutti

Poesie per crescere I diritti dei bambini Una scuola per tutti Nei paesi in guerra e in altri paesi del mondo il diritto all'istruzione non è tutelato. In alcune situazioni non viene riconosciuto alle donne il diritto di frequentare la scuola e di ricevere un'educazione. Per questo alcune donne si sono impegnate per far valere il loro diritto. È il caso di Malala Yousafzai a cui è dedicata questa poesia. Articolo 29 della Convenzione dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza: "L’educazione delle bambine e dei bambini deve sviluppare tutte le loro capacità; rispettare i diritti umani e le libertà, rispettare i genitori, la lingua e la cultura del paese in cui questi soggetti vivono, in uno spirito di comprensione, di pace, di tolleranza, di uguaglianza tra i sessi e di amicizia tra tutti i popoli." Scrivo Scrivo il mio nome sulla sabbia del mare e se l'onda arriva lo può cancellare lo scriverò ancora con mano sicura perché guardo avanti e non ho paura. Scrivo il mio nome perché sono e resisto perché studio, imparo, sono donna ed esisto. J. Carioli, Il cammino dei diritti, Fatatrac Malala Yousafzai è una giovane attivista per i diritti umani. A quindici anni è stata vittima di un attentato per il suo impegno in difesa del diritto all'istruzione nel suo Paese, il Pakistan. Per curarsi è fuggita in Gran Bretagna, dove è considerata “rifugiata”. Il giorno del suo sedicesimo compleanno, Malala ha parlato al Palazzo delle Nazioni Unite a New York e ha lanciato un appello per il diritto all'istruzione dei bambini di tutto il mondo. Nel 2014 ha ricevuto il Premio Nobel per la pace. Per comprendere La poesia afferma che scrivere il proprio nome è importante per: affermare la propria identità e la possibilità di avere un futuro sereno. divertirsi a fare la propria firma, senza che nessuno possa cancellarla. Poter scrivere il proprio nome per Malala è importante perché: si può divertire a scriverlo sulla sabbia in spiaggia. può far valere gli stessi diritti di ogni essere umano, senza ingiustizie.

Poesie per crescere

I diritti dei bambini

Una scuola per tutti

Nei paesi in guerra e in altri paesi del mondo il diritto all'istruzione non è tutelato. In alcune situazioni non viene riconosciuto alle donne il diritto di frequentare la scuola e di ricevere un'educazione.

Per questo alcune donne si sono impegnate per far valere il loro diritto. È il caso di Malala Yousafzai a cui è dedicata questa poesia.

Scrivo

Scrivo il mio nome

sulla sabbia del mare

e se l'onda arriva

lo può cancellare

lo scriverò ancora

con mano sicura

perché guardo avanti

e non ho paura.

Scrivo il mio nome

perché sono e resisto

perché studio, imparo,

sono donna ed esisto.

J. Carioli, Il cammino dei diritti, Fatatrac