La similitudine

Il testo poetico Le immagini della poesia La similitudine La similitudine è un paragone, un confronto fra elementi (oggetti, persone, azioni, stati d’animo, ecc.) che hanno in comune una o più caratteristiche. I due elementi, detti "termini di paragone", sono legati tra loro da congiunzioni (come, …), locuzioni (simile a, …) o verbi (sembrare, parere). L’elegantissima Vanessa L’elegantissima vanessa(1) che s’allontana e s’avvicina. A questo fresco fiore di peonia(2) è come una stupenda ballerina che turbina(3) magicamente su un tappeto di fuoco e di profumo, sulla punta delle dita, e, tra cuscini morbidi di rosa, cade sfinita. Eccola, s’avanza. Tutta vestita di baci, sulla peonia rossa di garanza(4); agita i veli fantasiosi, e danza. C. Govoni, in I poeti del nostro tempo, Signorelli Per saperne di più Vanessa, oltre a essere il nome di una farfalla, è anche un nome di donna. Deriva dal greco e significa "portatrice di vittoria". Capire le parole (1) Vanessa: farfalla dalle grandi ali colorate. (2) Peonia: pianta ornamentale con fiori vistosi. (3) Turbina: gira velocemente su se stessa. (4) Garanza: sostanza colorante rossa. Per comprendere La poesia utilizza molti aggettivi. Scrivi a che nomi si riferiscono i seguenti nella poesia. - Elegantissima - Fresco - Stupenda - Morbidi - Rossa - Fantasiosi Esplora il testo I versi della poesia sono raggruppati in strofe? Sì. No. Ci sono delle rime? Sì. No. Con quale espressione il poeta introduce la similitudine? È simile. Pare. È come. Sembra. Che cosa hanno in comune la farfalla e la ballerina? Volteggiano su se stesse e si muovono con leggerezza. Sono leggere perché mangiano molto poco e sono un po' tristi.

Il testo poetico   Le immagini della poesia

La similitudine

La similitudine è un paragone, un confronto fra elementi (oggetti, persone, azioni, stati d’animo, ecc.) che hanno in comune una o più caratteristiche. I due elementi, detti "termini di paragone", sono legati tra loro da congiunzioni (come, …), locuzioni (simile a, …) o verbi (sembrare, parere).

L’elegantissima Vanessa

L’elegantissima vanessa(1)

che s’allontana e s’avvicina.

A questo fresco fiore di peonia(2)

è come una stupenda ballerina

che turbina(3) magicamente

su un tappeto di fuoco e di profumo,

sulla punta delle dita,

e, tra cuscini morbidi di rosa,

cade sfinita.

Eccola, s’avanza.

Tutta vestita di baci,

sulla peonia rossa di garanza(4);

agita i veli fantasiosi, e danza.

C. Govoni, in I poeti del nostro tempo, Signorelli

Per comprendere

 La poesia utilizza molti aggettivi. Scrivi a che nomi si riferiscono i seguenti nella poesia.

- Elegantissima  

- Fresco  

- Stupenda  

- Morbidi  

- Rossa  

- Fantasiosi  


Esplora il testo

 I versi della poesia sono raggruppati in strofe?

  Sì.

  No.

 Ci sono delle rime?

  Sì.

  No.

 Con quale espressione il poeta introduce la similitudine?

  È simile.

  Pare.

  È come.

  Sembra.

 Che cosa hanno in comune la farfalla e la ballerina?

  Volteggiano su se stesse e si muovono con leggerezza.

  Sono leggere perché mangiano molto poco e sono un po' tristi.