La musicalità della poesia

Il testo poetico La musicalità della poesia La rima Come hai già imparato, un elemento presente in molte poesie è la rima. Essa si ha quando due versi presentano gli stessi suoni finali, a partire dalla vocale su cui cade l’accento della parola. Es: sfioràndo - tremàndo Ogni poesia ha un proprio schema delle rime, in base al modo in cui esse sono combinate. Le parole che fanno rima tra di loro, vengono indicate con la stessa lettera alla fine di ogni verso. Ecco le combinazioni frequenti nella poesia: Rima baciata → AABB Rima alternata → ABAB Rima incrociata → ABBA Questa è la rima A Questa è la rima di Palla B e di Stella, A una balla, B l’altra saltella. Rima: C Una rima così combinata C vien chiamata rima alternata. Questa e quella che ho terminata fanno insieme una rima baciata. Rima: A Quando la palla saltella, saltella e balla, balla, nel cielo la Stella, Rima: la rima è incrociata. Tra Palla e Stella, tra balla e saltella, la rima è cambiata. Rima: A. Mari, Incontro con la poesia, Piccoli Esplora il testo Completa lo schema delle rime e per ogni strofa indica il tipo di rima (baciata, alternata, incrociata) come nell’esempio. La pioggia cade La pioggia cade, bagna i giardini, la strada e i cani. La pioggia cade in gocce rade e tamburella su tetti e strade. La pioggia cade, forma ruscelli e le cartacce presto diventano tanti vascelli. F. Huc, Con il sole e con la pioggia, Einaudi Esplora il testo Evidenzia con lo stesso colore le rime presenti nella poesia. Quale strofa contiene il maggior numero di parole in rima? Perché la poetessa ha scelto di usare le rime? Per rendere più divertente la poesia. Per ottenere un effetto musicale, simile al rumore della pioggia. Per spiegare, scientificamente, le precipitazioni. Nella fantasia della poetessa le cartacce buttate a terra diventano: navi fra le onde. naufraghi su un’isola. pesci sott’acqua. Rime imperfette Si possono ottenere effetti simili alla rima con le assonanze e le consonanze. Assonanza → Le parole formano una assonanza quando nella parte finale hanno vocali uguali, ma consonanti diverse. → prima - bambina Consonanza → Formano una consonanza, quando hanno consonanti uguali, ma vocali diverse. → canto - sento Esistono anche poesie composte parzialmente o interamente da versi privi di parole in rima. In quel caso si parla di versi sciolti: versi che non sono legati tra loro dalla rima o hanno rime che non seguono uno schema. Autunno Autunno. Già lo sentimmo venire nel vento d’agosto, nelle piogge di settembre torrenziali e piangenti. V. Cardarelli Scrivi tu Scrivi accanto alle coppie di parole, se formano una assonanza o una consonanza. meraviglia abbaglia lontane appare pianto spento

Il testo poetico   La musicalità della poesia

La rima

Come hai già imparato, un elemento presente in molte poesie è la rima. Essa si ha quando due versi presentano gli stessi suoni finali, a partire dalla vocale su cui cade l’accento della parola.

Es: sfioràndo - tremàndo

Ogni poesia ha un proprio schema delle rime, in base al modo in cui esse sono combinate.

Le parole che fanno rima tra di loro, vengono indicate con la stessa lettera alla fine di ogni verso.

Ecco le combinazioni frequenti nella poesia:

 Rima baciata   AABB

 Rima alternata   ABAB

 Rima incrociata   ABBA

Questa è la rima

A Questa è la rima di Palla

B e di Stella,

A una balla,

B l’altra saltella.

Rima:  

C Una rima così combinata

C vien chiamata rima alternata.

  Questa e quella che ho terminata

  fanno insieme una rima baciata.

Rima:  

A Quando la palla

  saltella, saltella

  e balla, balla,

  nel cielo la Stella,

Rima:  

  la rima è incrociata.

  Tra Palla e Stella,

  tra balla e saltella,

  la rima è cambiata.

Rima:  

A. Mari, Incontro con la poesia, Piccoli

La pioggia cade

La pioggia cade,

bagna i giardini,

la strada e i cani.

La pioggia cade

in gocce rade

e tamburella

su tetti e strade.

La pioggia cade,

forma ruscelli

e le cartacce

presto diventano

tanti vascelli.

F. Huc, Con il sole e con la pioggia, Einaudi

Rime imperfette

Si possono ottenere effetti simili alla rima con le assonanze e le consonanze.

Assonanza      Le parole formano una assonanza quando nella parte finale hanno vocali uguali, ma consonanti diverse.      prima - bambina

Consonanza      Formano una consonanza, quando hanno consonanti uguali, ma vocali diverse.      canto - sento

Esistono anche poesie composte parzialmente o interamente da versi privi di parole in rima. In quel caso si parla di versi sciolti: versi che non sono legati tra loro dalla rima o hanno rime che non seguono uno schema.

Autunno

Autunno. Già lo sentimmo venire

nel vento d’agosto,

nelle piogge di settembre

torrenziali e piangenti.

V. Cardarelli