Leggermente - Laboratorio d'arte e stagioni 4-5 Libro accessibile

Il linguaggio visuale Segni, superfici e texture Segni, superfici e texture Ogni oggetto possiede una superficie il cui aspetto è caratterizzato da linee, segni, rilievi e avvallamenti, colori particolari. Queste caratteristiche visive e tattili della superficie prendono il nome di texture. Osserva quante texture ci sono nello spazio che ti circonda Anche in natura si possono trovare tante texture. Anche negli oggetti comuni puoi trovare tante texture. Ci sono pure texture che puoi indossare. In un disegno o in un dipinto, la texture è data dall’andamento dell’insieme dei segni, cioè dei punti e delle linee, e dalle loro caratteristiche, cioè densità, spessore, direzione, ecc. Vincent van Gogh, Donna italiana (Agostina Segatori), 1887, olio su tela, Musée d'Orsay, Parigi, Francia. In una scultura, invece, la texture è la conseguenza della scelta dello strumento impiegato per scolpire o modellare il materiale. Michelangelo Buonarroti, Schiavo ribelle, 1505-1513, marmo, Louvre, Parigi, Francia. Esempio di texture architettonica, Palazzo dei Diamanti, Ferrara. Facciamo arte > provo io! In ogni riquadro crea una texture mediante la tecnica del frottage utilizzando materiali diversi, come cartoncino ondulato, una foglia, carta vetrata, una garza, della tela di iuta, ecc. Scrivi sotto ad ogni texture che cosa ti fa venire in mente. Il frottage Il frottage è una tecnica che consiste nell’appoggiare un foglio su una superficie che presenta parti a rilievo, per poi passarci sopra con un pastello a cera tenuto inclinato. Il frottage è la tecnica ideale per creare texture originali.
Il linguaggio visuale Segni, superfici e texture Segni, superfici e texture Ogni oggetto possiede una superficie il cui aspetto è caratterizzato da linee, segni, rilievi e avvallamenti, colori particolari. Queste caratteristiche visive e tattili della superficie prendono il nome di texture. Osserva quante texture ci sono nello spazio che ti circonda Anche in natura si possono trovare tante texture. Anche negli oggetti comuni puoi trovare tante texture. Ci sono pure texture che puoi indossare. In un disegno o in un dipinto, la texture è data dall’andamento dell’insieme dei segni, cioè dei punti e delle linee, e dalle loro caratteristiche, cioè densità, spessore, direzione, ecc. Vincent van Gogh, Donna italiana (Agostina Segatori), 1887, olio su tela, Musée d'Orsay, Parigi, Francia. In una scultura, invece, la texture è la conseguenza della scelta dello strumento impiegato per scolpire o modellare il materiale. Michelangelo Buonarroti, Schiavo ribelle, 1505-1513, marmo, Louvre, Parigi, Francia. Esempio di texture architettonica, Palazzo dei Diamanti, Ferrara. Facciamo arte  > provo io!  In ogni riquadro crea una texture mediante la tecnica del frottage utilizzando materiali diversi, come cartoncino ondulato, una foglia, carta vetrata, una garza, della tela di iuta, ecc. Scrivi sotto ad ogni texture che cosa ti fa venire in mente. Il frottage Il frottage è una tecnica che consiste nell’appoggiare un foglio su una superficie che presenta parti a rilievo, per poi passarci sopra con un pastello a cera tenuto inclinato. Il frottage è la tecnica ideale per creare texture originali.