Leggermente - Laboratorio d'arte e stagioni 4-5 Libro accessibile

Il linguaggio visuale La linea La linea Quando muoviamo il braccio e facciamo scorrere la punta di una matita, di un pennarello, di un pennello sulla superficie di un foglio o di una tela, otteniamo una linea. Le linee possono essere tracciate in diverse direzioni e più precisamente in verticale, in orizzontale o in diagonale. Esistono altre tipologie di linee: curve, ondulate, spezzate o miste, con le quali si possono creare composizioni davvero molto originali. Le linee possono essere aperte o chiuse. Le prime definiscono un percorso che inizia in un punto e finisce in un altro punto, mentre le seconde iniziano e finiscono nello stesso punto, dando vita a una forma. Lo spessore di una linea può essere costante oppure variabile, a seconda dello strumento usato per tracciarla e della pressione esercitata dal braccio. Osserva quante linee ci sono nello spazio che ti circonda Le strisce di una zebra sono linee irregolari. Osserva quanti tipi di linee ha utilizzato l’artista Vasilij Kandinskij per realizzare questo dipinto. Vasilij Kandinskij, Giallo, rosso, blu, 1925, olio su tela, Centre Pompidou, Parigi, Francia. Facciamo arte > provo io! Osserva il cappello della lampada. Ora prova a realizzare una fantasia simile disegnando delle linee nel cerchio ispirandoti agli esempi a fianco, oppure lasciando andare la tua fantasia. Louis Comfort Tiffany, Lampada Tulip, 1910.

Il linguaggio visuale La linea

La linea

Quando muoviamo il braccio e facciamo scorrere la punta di una matita, di un pennarello, di un pennello sulla superficie di un foglio o di una tela, otteniamo una linea.

Le linee possono essere tracciate in diverse direzioni e più precisamente in verticale, in orizzontale o in diagonale.

 Esistono altre tipologie di linee: curve, ondulate, spezzate o miste, con le quali si possono creare composizioni davvero molto originali.

 Le linee possono essere aperte o chiuse. Le prime definiscono un percorso che inizia in un punto e finisce in un altro punto, mentre le seconde iniziano e finiscono nello stesso punto, dando vita a una forma.

 Lo spessore di una linea può essere costante oppure variabile, a seconda dello strumento usato per tracciarla e della pressione esercitata dal braccio.

Osserva quanti tipi di linee ha utilizzato l’artista Vasilij Kandinskij per realizzare questo dipinto.

Vasilij Kandinskij, Giallo, rosso, blu, 1925, olio su tela, Centre Pompidou, Parigi, Francia.

Facciamo arte  > provo io!

 Osserva il cappello della lampada. Ora prova a realizzare una fantasia simile disegnando delle linee nel cerchio ispirandoti agli esempi a fianco, oppure lasciando andare la tua fantasia.