Il testo regolativo

Il testo regolativo Il testo regolativo ha lo scopo di comunicare regole di comportamento o norme a cui bisogna attenersi in determinate situazioni (testo prescrittivo) o istruzioni per svolgere correttamente una determinata attività, per realizzare o utilizzare degli oggetti (testo istruzionale). Il linguaggio è semplice e sintetico. La struttura è molto chiara e schematica, con una precisa successione cronologica delle azioni da compiere. Titolo Il gioco dell'elastico È un gioco che si può fare all'aperto. Per giocare bisogna avere un elastico lungo circa due metri e mezzo e alto almeno un centimetro. Poi bisogna esser almeno in tre. Due dei giocatori tengono teso l'elastico con le caviglie e uno dei giocatori salta l'elastico con mosse e movimenti stabiliti senza mai toccarlo. Si comincia con l'elastico tenuto alle caviglie e a gambe aperte e, man mano che si fa tutta la serie di salti senza toccare l'elastico, si aumenta la difficoltà alzandolo prima ai polpacci, poi alle ginocchia e alle cosce. Per ogni altezza dell'elastico si ripetono le figure: con un piede in mezzo e uno esterno prima su un lato e poi sull'altro, poi a piedi uniti al centro, poi con entrambi i piedi esterni. Se il salto è sbagliato o si schiaccia l'elastico, il giocatore cede il posto a un altro partecipante che riparte dal livello più basso. Vince il primo che riesce a saltare al livello superiore entro il tempo che avrete stabilito prima dell'inizio del gioco. Adatt. da AA.VV., La bottega della fantasia, Archimede edizioni Lo scopo di questo testo è: descrivere un gruppo di bambini. raccontare un bel pomeriggio. spiegare le regole di un gioco. Il linguaggio utilizzato è: semplice e chiaro. ricercato e complesso. Le informazioni sono esposte: con un ordine preciso. in modo casuale.
Il testo regolativo Il testo regolativo ha lo scopo di comunicare regole di comportamento o norme a cui bisogna attenersi in determinate situazioni (testo prescrittivo) o istruzioni per svolgere correttamente una determinata attività, per realizzare o utilizzare degli oggetti (testo istruzionale). Il linguaggio è semplice e sintetico. La struttura è molto chiara e schematica, con una precisa successione cronologica delle azioni da compiere. Titolo Il gioco dell'elastico È un gioco che si può fare all'aperto. Per giocare bisogna avere un elastico lungo circa due metri e mezzo e alto almeno un centimetro. Poi bisogna esser almeno in tre. Due dei giocatori tengono teso l'elastico con le caviglie e uno dei giocatori salta l'elastico con mosse e movimenti stabiliti senza mai toccarlo. Si comincia con l'elastico tenuto alle caviglie e a gambe aperte e, man mano che si fa tutta la serie di salti senza toccare l'elastico, si aumenta la difficoltà alzandolo prima ai polpacci, poi alle ginocchia e alle cosce. Per ogni altezza dell'elastico si ripetono le figure: con un piede in mezzo e uno esterno prima su un lato e poi sull'altro, poi a piedi uniti al centro, poi con entrambi i piedi esterni. Se il salto è sbagliato o si schiaccia l'elastico, il giocatore cede il posto a un altro partecipante che riparte dal livello più basso. Vince il primo che riesce a saltare al livello superiore entro il tempo che avrete stabilito prima dell'inizio del gioco. Adatt. da AA.VV., La bottega della fantasia, Archimede edizioni Lo scopo di questo testo è:   descrivere un gruppo di bambini.   raccontare un bel pomeriggio.   spiegare le regole di un gioco. Il linguaggio utilizzato è:   semplice e chiaro.     ricercato e complesso. Le informazioni sono esposte:   con un ordine preciso.     in modo casuale.