Il finale è adatto?

Il piacere di scrivere Il finale è adatto? Un testo ben fatto deve avere un finale pertinente ai fatti raccontati. Titolo Max e Mix Potrei dire che Mix è il gatto di Max, oppure che Max è l'umano di Mix, ma come ci insegna la vita non è giusto che una persona sia padrona di un'altra persona o di un animale, quindi diciamo che Max e Mix, o Mix e Max, si vogliono bene. Quando gatto Mix era piccolino, approfittando di una distrazione di Max e dei suoi fratelli, uscì in strada, sentì il richiamo dell'avventura, si arrampicò sui rami più alti di un ippocastano e, una volta lassù, scoprì che scendere era più difficile che salire, perciò tenendosi ben stretto al ramo cominciò a miagolare per chiedere aiuto. Max, che era altrettanto piccolino, salì sull'albero deciso a riportare giù Mix, ma quando arrivò ai rami più alti guardò in basso, ebbe le vertigini e scoprì che nemmeno lui era capace di scendere. Un vicino di casa chiamò i pompieri, che arrivarono con un grande camion rosso pieno di scale. Nel frattempo, sul ramo più alto dell'ippocastano, Max teneva stretto Mix e gli diceva: - Accidenti, guarda che guaio abbiamo combinato... Adatt. da L. Sepùlveda, Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico, Guanda Leggi il brano e scegli il finale adatto della vicenda. Qual è il finale coerente con il resto del testo? Indicalo con una X. Finalmente il gatto decise di fruttare le proprie abilità e scese da solo dall’albero seguito da un timoroso Max. I vigili del fuoco fecero scendere in un lampo i due sprovveduti e diedero loro molti ammonimenti prima di rimandarli a casa. I vigili del fuoco arrivarono, ma decisero di lasciare gatto e bambino sull’albero per un giorno in modo che capissero la lezione e provassero a scendere da soli.
Il piacere di scrivere Il finale è adatto? Un testo ben fatto deve avere un finale pertinente ai fatti raccontati. Titolo Max e Mix Potrei dire che Mix è il gatto di Max, oppure che Max è l'umano di Mix, ma come ci insegna la vita non è giusto che una persona sia padrona di un'altra persona o di un animale, quindi diciamo che Max e Mix, o Mix e Max, si vogliono bene. Quando gatto Mix era piccolino, approfittando di una distrazione di Max e dei suoi fratelli, uscì in strada, sentì il richiamo dell'avventura, si arrampicò sui rami più alti di un ippocastano e, una volta lassù, scoprì che scendere era più difficile che salire, perciò tenendosi ben stretto al ramo cominciò a miagolare per chiedere aiuto. Max, che era altrettanto piccolino, salì sull'albero deciso a riportare giù Mix, ma quando arrivò ai rami più alti guardò in basso, ebbe le vertigini e scoprì che nemmeno lui era capace di scendere. Un vicino di casa chiamò i pompieri, che arrivarono con un grande camion rosso pieno di scale. Nel frattempo, sul ramo più alto dell'ippocastano, Max teneva stretto Mix e gli diceva: - Accidenti, guarda che guaio abbiamo combinato... Adatt. da L. Sepùlveda, Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico, Guanda Leggi il brano e scegli il finale adatto della vicenda. Qual è il finale coerente con il resto del testo? Indicalo con una X.   Finalmente il gatto decise di fruttare le proprie abilità e scese da solo dall’albero seguito da un timoroso Max.   I vigili del fuoco fecero scendere in un lampo i due sprovveduti e diedero loro molti ammonimenti prima di rimandarli a casa.   I vigili del fuoco arrivarono, ma decisero di lasciare gatto e bambino sull’albero per un giorno in modo che capissero la lezione e provassero a scendere da soli.