Descrivere animali di fantasia

Imparo a scrivere un testo descrittivo Descrivere animali di fantasia Per descrivere un animale fantastico bisogna usare la propria immaginazione, mescolando i dati reali con quelli inventati. Titolo Il mostro della palude Era una specie di grande lucertolone, con una coda squamosa e zampe palmate dai lunghi artigli. Il corpo bitorzoluto grondava fango, ed era ricoperto da ciuffi flosci di alghe putride. Sul muso allungato spuntavano due occhi gialli con le pupille verticali, e dalla bocca aperta colava un rivolo di fango scuro su una fila di denti piccoli e affilati. All’istante un fetore di alghe marce si diffuse dappertutto, rendendo l’aria irrespirabile. Il mostro avanzò nell’acqua densa e scura, oltrepassò la riva e si diresse verso il ragazzino. Camminava in piedi, guardandosi attorno ed emettendo versi gorgoglianti. Il mostro sbatté gli occhi, infastidito, poi tornò verso riva e si immerse nelle acque fangose per scomparire ben presto nel buio della palude. F. Ruggiu Traversi, Il mostro della palude, Edizioni EL 1 Leggi il testo. Com'è Dati visivi Che odore fa Dati olfattivi Che rumori emette dati Uditivi Che cosa fa Dati di movimento È una descrizione soggettiva o oggettiva? Quali emozioni sono percepibili nella parole di chi descrive il mostro? 2 Nella descrizione di questo animale mostruoso sono stati utilizzati dati visivi, olfattivi, uditivi e di movimento. Sottolineali nel testo e trascrivili a fianco. Come si chiama? Il corpo. È ricoperto di II muso è Le zampe sono La coda è Che versi fa? Come si muove? Che cosa mangia? In che ambiente vive? Che cosa faresti se ti capitasse di incontrarlo? Osserva questo strano animale e prova a descriverlo lasciando volare la fantasia! Completa la traccia specificando anche il luogo dove vive e perché si è stabilito lì.
Imparo a scrivere un testo descrittivo Descrivere animali di fantasia Per descrivere un animale fantastico bisogna usare la propria immaginazione, mescolando i dati reali con quelli inventati. Titolo Il mostro della palude Era una specie di grande lucertolone, con una coda squamosa e zampe palmate dai lunghi artigli. Il corpo bitorzoluto grondava fango, ed era ricoperto da ciuffi flosci di alghe putride. Sul muso allungato spuntavano due occhi gialli con le pupille verticali, e dalla bocca aperta colava un rivolo di fango scuro su una fila di denti piccoli e affilati. All’istante un fetore di alghe marce si diffuse dappertutto, rendendo l’aria irrespirabile. Il mostro avanzò nell’acqua densa e scura, oltrepassò la riva e si diresse verso il ragazzino. Camminava in piedi, guardandosi attorno ed emettendo versi gorgoglianti. Il mostro sbatté gli occhi, infastidito, poi tornò verso riva e si immerse nelle acque fangose per scomparire ben presto nel buio della palude. F. Ruggiu Traversi, Il mostro della palude, Edizioni EL 1 Leggi il testo. Com'è Dati visivi         Che odore fa Dati olfattivi   Che rumori emette dati Uditivi   Che cosa fa Dati di movimento   È una descrizione soggettiva o oggettiva?   Quali emozioni sono percepibili nella parole di chi descrive il mostro?   2 Nella descrizione di questo animale mostruoso sono stati utilizzati dati visivi, olfattivi, uditivi e di movimento. Sottolineali nel testo e trascrivili a fianco. Come si chiama?   Il corpo.  È ricoperto di    II muso è      Le zampe sono    La coda è   Che versi fa?     Come si muove?       Che cosa mangia?       In che ambiente vive?     Che cosa faresti se ti capitasse di incontrarlo?       Osserva questo strano animale e prova a descriverlo lasciando volare la fantasia! Completa la traccia specificando anche il luogo dove vive e perché si è stabilito lì.