Il testo descrittivo

Il testo descrittivo La descrizione ha lo scopo di “far vedere” attraverso le parole. Descrivere, infatti, significa raccontare le caratteristiche di un oggetto, un animale, una persona, un personaggio di fantasia, un luogo o un fenomeno naturale. Quando si descrive, si utilizzano i dati dei cinque sensi, ma si possono inserire anche emozioni, sentimenti o pensieri. Il linguaggio di un testo descrittivo è ricco di aggettivi qualificativi che mettono in rilievo le caratteristiche e le qualità di ciò che si osserva. Per rendere efficace la descrizione spesso l’autore ricorre alle similitudini, alle personificazioni e alle metafore. Nella descrizione di ambienti esterni e di luoghi chiusi si utilizzano gli indicatori di luogo (destra, sinistra, davanti, dietro, vicino...) per localizzare ciò che viene osservato. La descrizione può essere: OGGETTIVA L’autore non esprime il proprio punto di vista, ma descrive con un linguaggio essenziale, scientifico. SOGGETTIVA Descrive in modo personale, esprimendo cioè le sensazioni, le impressioni e le emozioni dell’autore. Titolo La nebbia La nebbia è un fenomeno atmosferico che si manifesta prevalentemente in luoghi bassi e umidi a causa dalla condensazione del vapore acqueo intorno alle particelle del pulviscolo atmosferico. Può rappresentare un pericolo per gli automobilisti e i naviganti, in quanto riduce la visibilità. Descrizione oggettiva. Descrizione soggettiva. Titolo La nebbia Venne la nebbia. Venne verso sera quasi improvvisamente e pareva che fosse nata dal fiume... Si attaccava alle case, ai campanili, agli alberi... Non si vedeva niente e la città pareva isolata in un mondo misterioso fatto di foschia bianca. G. Berto Descrizione oggettiva. Descrizione soggettiva. Leggi i brani e indica con una X il tipo di descrizione.
Il testo descrittivo La descrizione ha lo scopo di “far vedere” attraverso le parole. Descrivere, infatti, significa raccontare le caratteristiche di un oggetto, un animale, una persona, un personaggio di fantasia, un luogo o un fenomeno naturale. Quando si descrive, si utilizzano i dati dei cinque sensi, ma si possono inserire anche emozioni, sentimenti o pensieri. Il linguaggio di un testo descrittivo è ricco di aggettivi qualificativi che mettono in rilievo le caratteristiche e le qualità di ciò che si osserva. Per rendere efficace la descrizione spesso l’autore ricorre alle similitudini, alle personificazioni e alle metafore. Nella descrizione di ambienti esterni e di luoghi chiusi si utilizzano gli indicatori di luogo (destra, sinistra, davanti, dietro, vicino...) per localizzare ciò che viene osservato. La descrizione può essere: OGGETTIVA L’autore non esprime il proprio punto di vista, ma descrive con un linguaggio essenziale, scientifico. SOGGETTIVA Descrive in modo personale, esprimendo cioè le sensazioni, le impressioni e le emozioni dell’autore. Titolo La nebbia La nebbia è un fenomeno atmosferico che si manifesta prevalentemente in luoghi bassi e umidi a causa dalla condensazione del vapore acqueo intorno alle particelle del pulviscolo atmosferico. Può rappresentare un pericolo per gli automobilisti e i naviganti, in quanto riduce la visibilità.   Descrizione oggettiva.   Descrizione soggettiva. Titolo La nebbia Venne la nebbia. Venne verso sera quasi improvvisamente e pareva che fosse nata dal fiume... Si attaccava alle case, ai campanili, agli alberi... Non si vedeva niente e la città pareva isolata in un mondo misterioso fatto di foschia bianca. G. Berto   Descrizione oggettiva.   Descrizione soggettiva. Leggi i brani e indica con una X il tipo di descrizione.