Il testo poetico

Il testo poetico La forma Il verso è l'elemento caratteristico del testo poetico, ovvero ciò che lo distingue da qualsiasi altro tipo di testo. Il verso è l'insieme di parole contenute in una riga di una poesia. Il verso si misura in base al numero delle sillabe. I versi più frequenti sono l’endecasillabo (11 sillabe) e il settenario (7 sillabe); importanti sono anche il decasillabo, il novenario, il quinario e il quaternario… Per lei Per lei voglio rime chiare Usuali in –are. Rime magari vietate, ma aperte: ventilate. Rime coi suoni fini (di mare) dei suoi orecchini. O che abbiano, coralline, le tinte delle sue collanine. Rime che a distanza (Annina era così schietta) conservino l’eleganza povera, ma altrettanto netta. Rime che non siano labili, anche se orecchiabili. Rime non crepuscolari, ma verdi, elementari. G. Caproni. Poesie, Newton Compton 1 Dividi in sillabe ogni verso. Quante sillabe ha il verso più breve? Quante sillabe ha, invece, il verso più lungo? La strofa è costituita da un gruppo di versi separato dagli altri da uno spazio bianco. I nomi delle strofe dipendono dal numero di versi che le compongono. Una strofa si chiama: distico se è composta da due versi. terzina se ha versi. quartina se ha versi. sestina se ha versi. ottava se ha versi. 2 Rispondi alle domande. Quante strofe ha la poesia “Per lei”? Come si chiamano?
Il testo poetico La forma Il verso è l'elemento caratteristico del testo poetico, ovvero ciò che lo distingue da qualsiasi altro tipo di testo. Il verso è l'insieme di parole contenute in una riga di una poesia. Il verso si misura in base al numero delle sillabe. I versi più frequenti sono l’endecasillabo (11 sillabe) e il settenario (7 sillabe); importanti sono anche il decasillabo, il novenario, il quinario e il quaternario… Per lei Per lei voglio rime chiare Usuali in –are. Rime magari vietate, ma aperte: ventilate. Rime coi suoni fini (di mare) dei suoi orecchini. O che abbiano, coralline, le tinte delle sue collanine. Rime che a distanza (Annina era così schietta) conservino l’eleganza povera, ma altrettanto netta. Rime che non siano labili, anche se orecchiabili. Rime non crepuscolari, ma verdi, elementari. G. Caproni. Poesie, Newton Compton 1 Dividi in sillabe ogni verso.  Quante sillabe ha il verso più breve?    Quante sillabe ha, invece, il verso più lungo?   La strofa è costituita da un gruppo di versi separato dagli altri da uno spazio bianco. I nomi delle strofe dipendono dal numero di versi che le compongono. Una strofa si chiama:  distico se è composta da due versi.  terzina se ha   versi.  quartina se ha   versi.  sestina se ha   versi.  ottava se ha   versi. 2 Rispondi alle domande.  Quante strofe ha la poesia “Per lei”?    Come si chiamano?