Nomi concreti e astratti

Morfologia > I nomi Nomi concreti e astratti Ricorda ! I nomi comuni si dicono concreti quando indicano elementi che possiamo vedere, udire, toccare, odorare, gustare (per esempio: tavolo, gatto, profumo…), mentre si dicono astratti quando indicano sentimenti, stati d’animo, idee o altri concetti che non possiamo distinguere con i nostri cinque sensi (per esempio: bontà, felicità, intelligenza…). 1 Sottolinea di rosso i nomi concreti e di verde i nomi astratti presenti nel brano. Poi trascrivili nella tabella. Segnare un goal L’emozione dei ragazzi non si poteva descrivere. Sulle gradinate i genitori e gli amici attendevano con ansia il fischio dell’arbitro. Il pallone passava da un giocatore all’altro fra la gioia o la paura dei tifosi. Già… per fare un goal ci vuole abilità, ma anche un po’ di fortuna. Nomi concreti Nomi astratti 2 Sottolinea di rosso i nomi concreti e di verde quelli astratti. allegria automobile quaderno concentrazione felicità autobus tristezza vestito generosità simpatia mattone indulgenza mela timore graffetta 3 Scrivi accanto a ogni nome concreto l’organo di senso che permette di percepirlo, come nell’esempio. sale gusto musica treno profumo nuvola lana scricchiolio vento caldo arcobaleno puzza rumore

Morfologia   >  I nomi

Nomi concreti e astratti

Ricorda !

I nomi comuni si dicono concreti quando indicano elementi che possiamo vedere, udire, toccare, odorare, gustare (per esempio: tavolo, gatto, profumo), mentre si dicono astratti quando indicano sentimenti, stati d’animo, idee o altri concetti che non possiamo distinguere con i nostri cinque sensi (per esempio: bontà, felicità, intelligenza).

1 Sottolinea di rosso i nomi concreti e di verde i nomi astratti presenti nel brano. Poi trascrivili nella tabella.

Segnare un goal

L’emozione dei ragazzi non si poteva descrivere. Sulle gradinate i genitori e gli amici attendevano con ansia il fischio dell’arbitro. Il pallone passava da un giocatore all’altro fra la gioia o la paura dei tifosi. Già… per fare un goal ci vuole abilità, ma anche un po’ di fortuna.


Nomi concreti Nomi astratti

 

 

 

 

 

 

 

 

2 Sottolinea di rosso i nomi concreti e di verde quelli astratti.

allegria   automobile   quaderno   concentrazione   felicità   autobus   tristezza   vestito   generosità simpatia   mattone   indulgenza   mela   timore   graffetta

3 Scrivi accanto a ogni nome concreto l’organo di senso che permette di percepirlo, come nell’esempio.

 sale     gusto

 musica    

 treno    

 profumo    

 nuvola    

 lana    

 scricchiolio    

 vento    

 caldo    

 arcobaleno    

 puzza    

 rumore