La divisione in sequenze: Sotto il piccolo bosso

NARRATIVO Sotto il piccolo bosso La divisione in sequenze Una bambina incontra una piccola taccola, un uccello simile al corvo, e da quel momento non fa altro che prendersi cura della sua nuova amica. 5a sequenza 4 a sequenza 3a sequenza 2a sequenza 1a sequenza il TESTO 44 Mi trovavo nel giardino della nostra casa di vacanza, incantata dal sorprendente tramonto, quando un fruscio, un timido sussurro, attirò la mia attenzione verso il più piccolo cespuglio di bosso sotto la torre medievale. Incuriosita, scansai le lucide foglie stondate e mi apparve un piccolo di taccola. La raccolsi delicatamente e la strinsi al caldo, la toccai tutta per sentire se avesse qualcosa di rotto... sembrava proprio che stesse bene! La strinsi tra le mani per guardarle il piccolo muso e vidi che mi stava osservando attentamente: mi accorsi allora che i suoi occhi erano di un azzurro intenso, di una bellezza mai vista prima. Sbaciucchiandola sulla testa e accarezzandola dolcemente portai Lisa (così la chiamai subito) in casa. Con la punta di un dito le feci cadere nel becco un po' d'acqua. Una volta calmata e dissetata Lisa si mise a urlare dalla fame. Allora mi misi a pensare, e mi venne in mente che le taccole sulla torre si nutrono principalmente delle uova dei piccioni. Allora presi un uovo di gallina, un po' di latte e mollica di pane e mescolai tutto insieme, facendone un pastone. Mi avvicinai a lei, sempre parlando piano, e le detti un po' di quello strano intruglio con un dito: lei mi guardava, non sapeva se darsi o no ma alla ne prese la sua decisione e cominciò a mangiare di gusto.
La divisione in sequenze: Sotto il piccolo bosso