Introduzione al diario

Il testo narrativo Il diario Che cos’è Il diario è un testo narrativo in cui l’autore scrive in prima persona e si rivolge al diario come ad un amico. Lo scopo è di annotare esperienze vissute, esprimere in totale libertà pensieri propri, riflessioni personali, emozioni e sentimenti profondi, anche i più segreti. Il linguaggio Il linguaggio è informale, semplice e quotidiano, dai toni intimi e familiari. I fatti Sono quelli accaduti al narratore, raccontati in modo semplice e sincero. Nel diario vero l’autore racconta fatti che gli sono realmente accaduti. Talvolta il diario può essere una preziosa testimonianza di fatti storici e quindi venire pubblicato. Il diario verosimile racconta fatti simili al vero e che, dunque, potrebbero accadere nella realtà. Il narratore-protagonista è di solito un personaggio realistico. Il diario di fantasia è basato sulla finzione: le vicende narrate sono inverosimili, i personaggi possono essere animali parlanti o creature di fantasia. Il diario di viaggio è il racconto reale delle esperienze più significative, delle emozioni vissute dall'autore, durante un'esplorazione o un viaggio. In sintesi Il diario Il diario può essere vero, verosimile oppure di fantasia. Il narratore racconta in prima persona. Lo scopo è di annotare fatti accaduti ed emozioni. I fatti sono quelli accaduti all'autore. Il linguaggio usato è spontaneo e semplice. Osserva l'immagine e rifletti Che cosa starà scrivendo la bambina sul suo diario? Quale emozione starà esprimendo? Hai mai pensato di poter scrivere anche tu così, in solitudine e libertà? Secondo te può essere utile scrivere i propri pensieri, o dare sfogo alle proprie emozioni? Perché? Vai alle attività… Laboratorio di scrittura a pag. 47
Il testo narrativo Il diario Che cos’è Il diario è un testo narrativo in cui l’autore scrive in prima persona e si rivolge al diario come ad un amico. Lo scopo è di annotare esperienze vissute, esprimere in totale libertà pensieri propri, riflessioni personali, emozioni e sentimenti profondi, anche i più segreti. Il linguaggio Il linguaggio è informale, semplice e quotidiano, dai toni intimi e familiari. I fatti Sono quelli accaduti al narratore, raccontati in modo semplice e sincero. Nel diario vero l’autore racconta fatti che gli sono realmente accaduti. Talvolta il diario può essere una preziosa testimonianza di fatti storici e quindi venire pubblicato. Il diario verosimile racconta fatti simili al vero e che, dunque, potrebbero accadere nella realtà. Il narratore-protagonista è di solito un personaggio realistico. Il diario di fantasia è basato sulla finzione: le vicende narrate sono inverosimili, i personaggi possono essere animali parlanti o creature di fantasia. Il diario di viaggio è il racconto reale delle esperienze più significative, delle emozioni vissute dall'autore, durante un'esplorazione o un viaggio. In sintesi Il diario  Il diario può essere vero, verosimile oppure di fantasia.  Il narratore racconta in prima persona.  Lo scopo è di annotare fatti accaduti ed emozioni.  I fatti sono quelli accaduti all'autore.  Il linguaggio usato è spontaneo e semplice. Osserva l'immagine e rifletti  Che cosa starà scrivendo la bambina sul suo diario?  Quale emozione starà esprimendo?  Hai mai pensato di poter scrivere anche tu così, in solitudine e libertà?  Secondo te può essere utile scrivere i propri pensieri, o dare sfogo alle proprie emozioni? Perché? Vai alle attività… Laboratorio di scrittura a pag. 47