Verifica delle competenze - Teseo e Arianna

Il testo narrativo IL MITO E LA LEGGENDA Verifica delle competenze Teseo e Arianna Il re Minosse aveva vinto una guerra contro gli Ateniesi, che gli avevano ucciso il figlio Androgèo, e aveva imposto loro un grave tributo: ogni nove anni dovevano mandare a Creta sette giovinetti e sette fanciulle in pasto al Minotauro. Era, questi, una creatura mostruosa, mezzo uomo e mezzo toro, che viveva rinchiuso nel palazzo del labirinto, un luogo dove una volta entrati ci si perdeva senza più poter trovare la via del ritorno. Già due volte l’atroce sacrificio era stato compiuto e ora Atene era in lutto perché per la terza volta le vittime sorteggiate erano pronte a partire. Allora Teseo, figlio del re di Atene, si offrì di condurre lui quei giovinetti a Creta e giurò che li avrebbe riportati in patria sani e salvi dopo essere penetrato nel labirinto e avere ucciso il Minotauro. Salparono dunque alla volta di Creta, dove giunsero dopo una tranquilla navigazione; rintanato nel labirinto, intanto, il Minotauro famelico faceva risuonare il suo terribile muggito... Ma quando i giovinetti e le fanciulle furono davanti al re Minosse, tanto piacquero la grazia e la bellezza di Teseo alla principessa Arianna che se ne innamorò perdutamente e giurò in cuor suo che mai lo avrebbe lasciato morire nel labirinto. Consegnò allora a Teseo un gomitolo di filo e gli disse di legarne un capo all’entrata, svolgendolo attentamente man mano che avanzava nell’intricata costruzione per cercare lo scontro con la mostruosa creatura. - Per tornare - disse - riavvolgerai il filo e troverai l’uscita. Teseo eseguì la consegna: fissò il filo all’ingresso del labirinto srotolando il gomitolo man mano che procedeva, guidato dai muggiti del mostro, nell’inestricabile groviglio di quelle caverne, di quelle gallerie interminabili. Non sappiamo come si svolse la lotta tra l’eroe ateniese e il mostro nella tetra spelonca dove il Minotauro si era rintanato. Ma certo è che Teseo riuscì ad ucciderlo e a ritornare sui suoi passi grazie a quel filo provvidenziale che Arianna gli aveva consegnato. Poi la nave ornata a festa ripartì per la Grecia con a bordo il suo prezioso carico e Teseo condusse con sé la principessa Arianna alla quale doveva la sua stessa vita. Adatt. da J. Frazer, Il ramo d’oro, Boringhieri So capire il testo Perché il re Minosse era così risentito verso gli Ateniesi? Perché Creta aveva perso la guerra contro Atene. Perché gli Ateniesi avevano ucciso suo figlio. Qual era il tributo che dovevano pagare gli Ateniesi? Mandare dei giovani ateniesi in pasto al Minotauro ogni nove anni. Mandare sei fanciulle ateniesi in pasto al Minotauro ogni cinque anni. Quale ruolo ha Arianna nell’impresa eroica? Si innamora di Teseo. Suggerisce di usare un gomitolo. Non lo lascia entrare nel labirinto. La parola "spelonca" ha un significato simile a: casa. caverna. montagna. La parola "inestricabile" significa: che non si può sciogliere. che non si può tagliare. So esplorare il testo La storia narrata intende: fornire la spiegazione reale della vicenda tra Atene e Creta. fornire una spiegazione fantastica della vicenda tra Atene e Creta. Dove si svolge la vicenda? Ad Atene. Sull’isola di Creta. Quando si svolge la storia? In un tempo recente. In un tempo lontano. Chi è l’eroe del mito? Re Minosse. Teseo. Il Minotauro. Qual è l’impresa eroica di Teseo? Riuscire a entrare nel labirinto. Conquistare il cuore di Arianna e uccidere il Minotauro. Uccidere il Minotauro e uscire dal labirinto. Il mito che hai letto è raccontato da: un narratore interno alla storia. un narratore esterno alla storia.
Il testo narrativo  IL MITO E LA LEGGENDA Verifica delle competenze Teseo e Arianna Il re Minosse aveva vinto una guerra contro gli Ateniesi, che gli avevano ucciso il figlio Androgèo, e aveva imposto loro un grave tributo: ogni nove anni dovevano mandare a Creta sette giovinetti e sette fanciulle in pasto al Minotauro. Era, questi, una creatura mostruosa, mezzo uomo e mezzo toro, che viveva rinchiuso nel palazzo del labirinto, un luogo dove una volta entrati ci si perdeva senza più poter trovare la via del ritorno. Già due volte l’atroce sacrificio era stato compiuto e ora Atene era in lutto perché per la terza volta le vittime sorteggiate erano pronte a partire. Allora Teseo, figlio del re di Atene, si offrì di condurre lui quei giovinetti a Creta e giurò che li avrebbe riportati in patria sani e salvi dopo essere penetrato nel labirinto e avere ucciso il Minotauro. Salparono dunque alla volta di Creta, dove giunsero dopo una tranquilla navigazione; rintanato nel labirinto, intanto, il Minotauro famelico faceva risuonare il suo terribile muggito... Ma quando i giovinetti e le fanciulle furono davanti al re Minosse, tanto piacquero la grazia e la bellezza di Teseo alla principessa Arianna che se ne innamorò perdutamente e giurò in cuor suo che mai lo avrebbe lasciato morire nel labirinto. Consegnò allora a Teseo un gomitolo di filo e gli disse di legarne un capo all’entrata, svolgendolo attentamente man mano che avanzava nell’intricata costruzione per cercare lo scontro con la mostruosa creatura. - Per tornare - disse - riavvolgerai il filo e troverai l’uscita. Teseo eseguì la consegna: fissò il filo all’ingresso del labirinto srotolando il gomitolo man mano che procedeva, guidato dai muggiti del mostro, nell’inestricabile groviglio di quelle caverne, di quelle gallerie interminabili. Non sappiamo come si svolse la lotta tra l’eroe ateniese e il mostro nella tetra spelonca dove il Minotauro si era rintanato. Ma certo è che Teseo riuscì ad ucciderlo e a ritornare sui suoi passi grazie a quel filo provvidenziale che Arianna gli aveva consegnato. Poi la nave ornata a festa ripartì per la Grecia con a bordo il suo prezioso carico e Teseo condusse con sé la principessa Arianna alla quale doveva la sua stessa vita. Adatt. da J. Frazer, Il ramo d’oro, Boringhieri So capire il testo  Perché il re Minosse era così risentito verso gli Ateniesi?   Perché Creta aveva perso la guerra contro Atene.   Perché gli Ateniesi avevano ucciso suo figlio.  Qual era il tributo che dovevano pagare gli Ateniesi?   Mandare dei giovani ateniesi in pasto al Minotauro ogni nove anni.   Mandare sei fanciulle ateniesi in pasto al Minotauro ogni cinque anni.  Quale ruolo ha Arianna nell’impresa eroica?   Si innamora di Teseo.   Suggerisce di usare un gomitolo.   Non lo lascia entrare nel labirinto.  La parola "spelonca" ha un significato simile a:   casa.   caverna.   montagna.  La parola "inestricabile" significa:   che non si può sciogliere.   che non si può tagliare. So esplorare il testo  La storia narrata intende:   fornire la spiegazione reale della vicenda tra Atene e Creta.   fornire una spiegazione fantastica della vicenda tra Atene e Creta.  Dove si svolge la vicenda?   Ad Atene.   Sull’isola di Creta.  Quando si svolge la storia?   In un tempo recente.   In un tempo lontano.  Chi è l’eroe del mito?   Re Minosse.   Teseo.   Il Minotauro.  Qual è l’impresa eroica di Teseo?   Riuscire a entrare nel labirinto.   Conquistare il cuore di Arianna e uccidere il Minotauro.   Uccidere il Minotauro e uscire dal labirinto.  Il mito che hai letto è raccontato da:   un narratore interno alla storia.   un narratore esterno alla storia.