Informazioni e immagini: Le grandi foreste

Il testo informativo Informazioni e immagini Le grandi foreste Le foreste sono il polmone della Terra anche se hanno aspetti diversi in base alla zona climatica in cui crescono. Un tempo sulla Terra esistevano foreste grandissime, ma poi gli uomini hanno tagliato gli alberi per procurarsi legname e per dare spazio alle coltivazioni. Comunque esistono ancora territori che presentano questo ambiente, così prezioso per la nostra vita. Le foreste sono tra loro diverse a seconda della zona climatica. Lungo l'Equatore, dove fa caldo e piove molto, si è sviluppata la foresta tropicale, detta anche pluviale. Grazie al clima caldo e umido la vegetazione cresce rigogliosa: alberi altissimi, piante rampicanti, fiori, felci e cespugli formano un labirinto impenetrabile. Le foreste pluviali sono popolate da un'incredibile varietà di animali, tra cui scimmie di diverse specie, uccelli dai colori vivaci, insetti e serpenti. Nella foresta pluviale dell'Amazzonia, in America del Sud, vive il giaguaro; in quella asiatica vive la tigre. Nelle regioni centrali delle zone temperate ci sono le foreste di latifoglie, formate da alberi che in autunno perdono le foglie, come faggi, pioppi, castagni, querce… In queste foreste vivono le volpi, i cervi, i cinghiali, gli scoiattoli e numerosi uccelli. Nelle regioni più a nord si trovano invece le foreste di aghifoglie, formate da abeti, pini e larici. È lo stesso tipo di foresta che si sviluppa anche in montagna, tra i 1000 e i 2000 metri di altitudine. Qui vivono marmotte, volpi, lupi, orsi bruni. Lungo le coste del mar Mediterraneo, dove il clima è mite ma piuttosto secco, si è sviluppata la foresta mediterranea, formata da latifoglie, come le querce da sughero, e da alcune aghifoglie, come i pini marittimi. Questi alberi si sono adattati a vivere in ambienti aridi, dove le piogge sono scarse. Gli animali tipici sono il cinghiale, l'istrice, il daino, la lepre, le lucertole e le cicale; nel cielo volano gabbiani e altri uccelli marini. G. Mariotti, Scopro, faccio, imparo, Giunti Scimmia della foresta tropicale. Si nutre di foglie, frutti e piccoli insetti. Un intricato groviglio di felci, arbusti e alberi giganteschi nella foresta pluviale. Il gabbiano, uccello marino diffuso lungo le coste mediterranee. Il cinghiale europeo, abitatore dei boschi, in particolare dei querceti. Foresta di latifoglie. Grande foresta di conifere. La marmotta, genere di mammifero diffuso in Europa nelle aree montane. Esplora il testo Immagina di dover studiare questo testo. Suddividi il testo in paragrafi (sequenze) utilizzando la banda laterale. Evidenzia le parole chiave con una matita colorata. Sottolinea le informazioni più importanti e inseriscile nella tabella. Foreste tropicali Foreste di latifoglie Foreste di aghifoglie Foresta mediterranea Zona interessata Clima Flora e fauna
Il testo informativo Informazioni e immagini Le grandi foreste Le foreste sono il polmone della Terra anche se hanno aspetti diversi in base alla zona climatica in cui crescono.   Un tempo sulla Terra esistevano foreste grandissime, ma poi gli uomini hanno tagliato gli alberi per procurarsi legname e per dare spazio alle coltivazioni. Comunque esistono ancora territori che presentano questo ambiente, così prezioso per la nostra vita. Le foreste sono tra loro diverse a seconda della zona climatica. Lungo l'Equatore, dove fa caldo e piove molto, si è sviluppata la foresta tropicale, detta anche pluviale. Grazie al clima caldo e umido la vegetazione cresce rigogliosa: alberi altissimi, piante rampicanti, fiori, felci e cespugli formano un labirinto impenetrabile. Le foreste pluviali sono popolate da un'incredibile varietà di animali, tra cui scimmie di diverse specie, uccelli dai colori vivaci, insetti e serpenti. Nella foresta pluviale dell'Amazzonia, in America del Sud, vive il giaguaro; in quella asiatica vive la tigre. Nelle regioni centrali delle zone temperate ci sono le foreste di latifoglie, formate da alberi che in autunno perdono le foglie, come faggi, pioppi, castagni, querce… In queste foreste vivono le volpi, i cervi, i cinghiali, gli scoiattoli e numerosi uccelli. Nelle regioni più a nord si trovano invece le foreste di aghifoglie, formate da abeti, pini e larici. È lo stesso tipo di foresta che si sviluppa anche in montagna, tra i 1000 e i 2000 metri di altitudine. Qui vivono marmotte, volpi, lupi, orsi bruni. Lungo le coste del mar Mediterraneo, dove il clima è mite ma piuttosto secco, si è sviluppata la foresta mediterranea, formata da latifoglie, come le querce da sughero, e da alcune aghifoglie, come i pini marittimi. Questi alberi si sono adattati a vivere in ambienti aridi, dove le piogge sono scarse. Gli animali tipici sono il cinghiale, l'istrice, il daino, la lepre, le lucertole e le cicale; nel cielo volano gabbiani e altri uccelli marini. G. Mariotti, Scopro, faccio, imparo, Giunti Scimmia della foresta tropicale. Si nutre di foglie, frutti e piccoli insetti. Un intricato groviglio di felci, arbusti e alberi giganteschi nella foresta pluviale. Il gabbiano, uccello marino diffuso lungo le coste mediterranee. Il cinghiale europeo, abitatore dei boschi, in particolare dei querceti. Foresta di latifoglie. Grande foresta di conifere. La marmotta, genere di mammifero diffuso in Europa nelle aree montane. Esplora il testo Immagina di dover studiare questo testo.  Suddividi il testo in paragrafi (sequenze) utilizzando la banda laterale.  Evidenzia le parole chiave con una matita colorata.  Sottolinea le informazioni più importanti e inseriscile nella tabella.   Foreste tropicali Foreste di latifoglie Foreste di aghifoglie Foresta mediterranea Zona interessata                         Clima                 Flora e fauna