Introduzione al racconto umoristico

Il testo narrativo Il racconto umoristico Che cos’è Il racconto umoristico è un testo narrativo che ha lo scopo di far divertire il lettore, suscitando la risata. I personaggi I personaggi spesso presentano caratteristiche esagerate (troppo sbadati, sfortunati, ingenui, pasticcioni...) e si comportano in modo strano o inadeguato rispetto alla situazione o a ciò che viene considerata la normalità. Il tempo e i luoghi Solitamente il racconto umoristico è ambientato in luoghi e tempi realistici, che fanno da contrasto al carattere ridicolo e assurdo degli eventi raccontati. I fatti Spesso i racconti umoristici narrano di situazioni buffe e ridicole, basate su esagerazioni, malintesi, equivoci ed imprevisti che, di solito, si risolvono con un lieto fine. Tecniche per far ridere L’effetto comico si può ottenere attraverso: gli imprevisti, che modificano inaspettatamente una situazione normale in situazione ridicola; l’inverosimile, cioè un elemento impossibile inserito in una dimensione di realtà; il capovolgimento dei ruoli, cioè i personaggi si comportano in modo opposto a ciò che il lettore si aspetta (per es: il lupo è buono, Cappuccetto Rosso è malvagia); i giochi di parole e il doppio senso linguistico, che creano degli equivoci. In sintesi Il racconto umoristico Il testo umoristico ha lo scopo di far divertire il lettore. I personaggi possono essere persone comuni che si comportano in modo strano o esagerato. Il tempo non è sempre ben precisato. I luoghi sono di solito realistici. I fatti sono spesso imprevisti, equivoci e azioni ridicole. Il linguaggio utilizza giochi di parole e battute spiritose. Le tecniche per far ridere possono essere: gli imprevisti, l’inverosimile, i capovolgimenti di ruolo, i giochi di parole e gli equivoci. Vai alle attività… Laboratorio di scrittura a pag. 52
Il testo narrativo Il racconto umoristico Che cos’è Il racconto umoristico è un testo narrativo che ha lo scopo di far divertire il lettore, suscitando la risata. I personaggi I personaggi spesso presentano caratteristiche esagerate (troppo sbadati, sfortunati, ingenui, pasticcioni...) e si comportano in modo strano o inadeguato rispetto alla situazione o a ciò che viene considerata la normalità. Il tempo e i luoghi Solitamente il racconto umoristico è ambientato in luoghi e tempi realistici, che fanno da contrasto al carattere ridicolo e assurdo degli eventi raccontati. I fatti Spesso i racconti umoristici narrano di situazioni buffe e ridicole, basate su esagerazioni, malintesi, equivoci ed imprevisti che, di solito, si risolvono con un lieto fine. Tecniche per far ridere L’effetto comico si può ottenere attraverso:  gli imprevisti, che modificano inaspettatamente una situazione normale in situazione ridicola;  l’inverosimile, cioè un elemento impossibile inserito in una dimensione di realtà;  il capovolgimento dei ruoli, cioè i personaggi si comportano in modo opposto a ciò che il lettore si aspetta (per es: il lupo è buono, Cappuccetto Rosso è malvagia);  i giochi di parole e il doppio senso linguistico, che creano degli equivoci. In sintesi Il racconto umoristico  Il testo umoristico ha lo scopo di far divertire il lettore.  I personaggi possono essere persone comuni che si comportano in modo strano o esagerato.  Il tempo non è sempre ben precisato.  I luoghi sono di solito realistici.  I fatti sono spesso imprevisti, equivoci e azioni ridicole.  Il linguaggio utilizza giochi di parole e battute spiritose.  Le tecniche per far ridere possono essere: gli imprevisti, l’inverosimile, i capovolgimenti di ruolo, i giochi di parole e gli equivoci. Vai alle attività… Laboratorio di scrittura a pag. 52